Header Top
Logo
Martedì 22 Gennaio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Davigo: whistleblowing è una cosa stucchevole, è fumo negli occhi

colonna Sinistra
Giovedì 16 giugno 2016 - 13:27

Davigo: whistleblowing è una cosa stucchevole, è fumo negli occhi

"Dipendenti pubblici devono denunciare, se no commettono reato"
20160616_132714_3148ABC6

Milano, 16 giu. (askanews) – “Il ‘whistleblowing’, il ‘fischiatore’, è una cosa stucchevole: i dipendenti pubblici hanno l’obbligo di denunciare e se non lo fanno commettono un reato. Di che cosa stiamo parlando, stiamo parlando del nulla, questa cosa, sintentizzando, ha un nome: fumo negli occhi”. Così il presidente dell’Associazione nazionale magistrati Piercamillo Davigo ha stroncato lo strumento attraverso cui i dipendenti possono segnalare attività illecite o fraudolente che accadono sul luogo di lavoro.

Per quanto riguarda il ‘whistleblowing’, il Piano nazionale anticorruzione (Pna) dell’Anac e la proposta di legge approvata alla Camera nel gennaio scorso, prevedono, tra l’altro, di introdurre la tutela del dipendente anche privato che segnala condotte illecite, una sanzione pecuniaria amministrativa fino a 30mila euro per chi commette atti discriminatori nei confronti del “whistleblower” e il divieto di rivelare l’identità della “gola profonda”.

Parlando al convegno “Il contrasto alla corruzione e al riciclaggio di denaro tra repressione e prevenzione” in corso a Palazzo Reale a Milano, Davigo, oggi presidente di Sezione penale presso la corte di Cassazione, ha ribadito che “il legislatore, ma anche i mezzi di informazione, raccontano ai cittadini cose sbagliate sulla corruzione, sugli appalti e sui fondi neri e sulla base di queste cose sbagliate si fanno norme che nell’ipotesi migliore non servono a niente e in quella peggiore fanno danni ulteriori”. “Tutta la norma sugli appalti è fantascienza, non c’entra nulla con quello che accade nella realtà” ha affermato il magistrato, aggiungendo che “scrivere norme sul Codice degli appalti non serve a niente per curare la malattia” della corruzione.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su