Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Piano riordino sanità, Emiliano: fatta approfondita istruttoria

colonna Sinistra
Sabato 27 febbraio 2016 - 19:00

Piano riordino sanità, Emiliano: fatta approfondita istruttoria

Il riassetto ospedaliero vagliato da "assemblea qualificata"

Roma, 27 feb. (askanews) – Sul tavolo il piano di riordinoospedaliero della regione Puglia, oltre 4 ore di lavoro, 2.500accessi costanti per la diretta streaming e 29 interventi disindaci e parti sociali: “Per la prima volta realizzataun’approfondita istruttoria con un’assemblea qualificata”, hasottolineato il presidente della regione Michele Emiliano, altermine del confronto sul Piano di riordino ospedaliero, che si èsvolto questa mattina presso il Policlinico di Bari.

“Siamo riusciti a creare un percorso di conoscenza – ha dettoEmiliano a conclusione della giornata di lavoro – e questa è unagigantesca istruttoria cominciata molte settimane fa che haconsentito a tutti di avere occasioni strutturate di ascolto,collettive e individuali. Sono molto soddisfatto di questaistruttoria che non ha precedenti nella storia della sanitàpugliese, non era mai avvenuto un approfondimento simile”.

“Mi sarei aspettato oggi, all’interno di questa assemblea – hasottolineato il presidente – anche delle critiche al piano diriordino, ma sempre dentro questa assemblea qualificata allaquale certamente non si possono raccontare panzane, perchéconosce il tema che stiamo trattando anche dal punto di vistanormativo. La scomparsa degli interventi dell’opposizione è unfatto rilevante: forse preferisce fare i suoi interventi conplatee meno qualificate, ma questa mi pare una mancanza dirispetto nei confronti degli amministratori locali e dei soggettidel mondo della sanità oggi qui presenti”; al confronto di questamattina sono stati invitati tutti i consiglieri regionali, fanotare la Regione.

Emiliano ha anche annunciato che da questo momento comincia unapermanente riunione di giunta che terminerà lunedi conl’approvazione della delibera sul Piano di riordino.

“Noi stiamo riflettendo su una questione – ha aggiunto Emiliano -e cioè quali ospedali dobbiamo considerare di base e quali diprimo livello mentre su quelli di secondo livello non ci sonodubbi perché restano essenziali nel percorso immaginato dalMinistero. Se un ospedale è di primo livello senza però averne lerelative strutture dichiarate, noi rischiamo di strutturare unacondizione di imprudenza e di responsabilità di tutto il sistemacon riferimento al mancato rispetto dei parametri previsti. Ilprimo livello è un cammino verso il quale far tendere tutte lestrutture ospedaliere”.(Segue)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su