Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Tav a Firenze, Cantone: caso emblematico che non ci fa onore

colonna Sinistra
Giovedì 25 febbraio 2016 - 19:38

Tav a Firenze, Cantone: caso emblematico che non ci fa onore

Ritardi non del tutto imputabili alle "terre di scavo"

Firenze, 25 feb. (askanews) – Il passante ferroviario dell’Alta velocità è un “problema tutto italiano, tipico del nostro Paese e del nostro sistema di appalti pubblici. Un caso emblematico che non ci fa onore”. Così il presidente Anac (Autorità nazionale anticorruzione) Raffaele Cantone, ascoltato oggi, giovedì 25 febbraio, in commissione Ambiente del Consiglio regionale della Toscana.

Lo stallo Tav a Firenze, per Cantone non è del tutto imputabile alle terre di scavo. Piuttosto, una programmazione “come al solito carente”, un aumento contrattuale molto elevato (circa il 10 per cento) che ha comportato “enormi ritardi”, un contenzioso “rilevante, con 300 milioni di riserve, ancora non riconosciuto ma comunque pesantissimo”. Non ultima, una “difficoltà ad interfacciarsi con i cittadini”, che se non ci fosse stata avrebbe, in parte, contribuito ad “alleggerire alcuni problemi” e che Cantone spera sia superata con il nuovo Codice dei contratti, nella parte in cui viene inserito il dibattito pubblico. Una pratica definita “centrale per far comprendere costi e benefici di opere molto impattanti. Non rappresenta la soluzione di tutti i problemi, ma è certamente una valutazione reale”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su