Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Effetto crisi: vacanze low cost per 6 italiani su 10

colonna Sinistra
Sabato 11 luglio 2015 - 10:12

Effetto crisi: vacanze low cost per 6 italiani su 10

Si accorciano distanze e durata ma si taglia anche sull'alloggio
20150711_101246_3DC323AE

Roma, 11 lug. (askanews) – Quasi sei italiani su dieci (il 59%)hanno deciso di andare in vacanza preventivando complessivamenteun budget inferiore ai 500 euro a persona per l’estate 2015. E’quanto emerge da una analisi della Coldiretti/Ixe’ dalla quale sievidenzia che rispetto allo scorso anno sono aumentati a 30milioni gli italiani adulti che hanno deciso di trascorrere unavacanza, ma la spesa complessiva scende e raggiunge il valore di15,1 miliardi tra alloggio, alimentazione, servizi e svaghi.
Si tratta di una spesa media di 504 euro a persona ma neldettaglio secondo l’indagine, sottolinea la Coldiretti, solo il33 per cento delle famiglie spenderà tra i 500 ed i mille euro apersona, il 3 per cento tra i mille ed i duemila mentre solo unaminoranza del 1 per cento oltre i duemila euro, con il 4 percento che invece preferisce non rispondere”.
Un risparmio reso possibile perché quasi un italiano su tre (28per cento) in vacanza rimane comunque nella propria regione diappartenenza nell’estate 2015, con ben il 6 per cento che hascelto destinazioni più vicine rispetto allo scorso anno. In ognicaso l’82 per cento dei vacanzieri resterà in Italia anche per laspinta dei recenti fatti di cronaca oltre che per ragionieconomiche. E tra chi va all’estero ben il 20 per cento ha sceltoun altro Paese europeo e solo una minoranza residuale Paesiextracomunitari.
Si accorciano le distanze e, riferiscela Coldiretti, si riducono anche i tempi con il 18 per cento deivacanzieri che ha pianificato una durata inferiore ai tre giorni,il 27 per cento da 4 giorni ad una settimana, il 26 per cento dauna a due settimane, il 13 per cento da due a tre settimane, il 6per cento da tre a quattro settimane e il 5 per cento oltre unmese, tra quelli che hanno già deciso.
Attenzione anche nella scelta dell’alloggio con meno di unoitaliano in vacanza su tre (31 per cento) che ha scelto dialloggiare in alberghi o pensioni mentre il 36 per cento che si èorientato verso case o appartamenti di proprietà, di parenti eamici mentre un ulteriore 15 per cento le affitta.
E’ comunque resta il mare, sottolinea la Coldiretti, a fare laparte del leone per 7 italiani su 10 seguito dalla montagna conil 18 per cento ma non mancano scelte alternative con l’aumentodelle presenze in campagna che è scelta dal 5 per cento deivacanzieri anche per visitare parchi, oasi e riserve che copronoil 10 per cento del territorio nazionale. Tiene invece – concludela Coldiretti – la spesa alimentare che tra acquisti di cibo,souvenir, pranzi e cene fuori assorbe circa 1/3 del budget dellevacanze.
Red-Sav

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su