Header Top
Logo
Mercoledì 21 Agosto 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • A Roma la scuola dei genitori: al via corsi e lezioni ‘pratiche’

colonna Sinistra
Lunedì 4 maggio 2015 - 15:35

A Roma la scuola dei genitori: al via corsi e lezioni ‘pratiche’

Cinque incontri per formare a un mestiere difficile

Roma, 4 mag. (askanews) – Essere genitori è un mestiere difficile. Per questo parte a Roma la Scuola dei Genitori: cinque incontri nell’arco di due mesi, con fasi di teoria e molti momenti di interazione in gruppo, per acquisire, con l’agevolazione di due counselor, nuove modalità di relazione, di ascolto, di comunicazione efficace, e strumenti per la gestione dei conflitti.

La Scuola dei Genitori, attiva dal 2007 ed oggi rilanciata con nuovi corsi per le maggiori richieste pervenute, è promossa dall’Associazione “Aspic per la scuola” di Roma, parte del Gruppo Aspic, attivo dagli anni ’80 nella consulenza e formazione psicologica a livello nazionale e internazionale. L’obiettivo della scuola è formare “genitori efficaci” attraverso la promozione di nuove modalità relazionali, capaci di favorire all’interno del nucleo familiare un clima di benessere per tutti, propizio a sostenere la crescita serena dei figli.

La scuola è uno spazio di confronto e apprendimento all’interno di un gruppo formato da diverse coppie genitoriali o anche singoli genitori e coadiuvato da uno o più counselor specializzati sui temi della famiglia. In gruppo si integrano momenti di teoria (con lezioni tematiche, proiezioni di slide, questionari) e momenti di apprendimento esperienziale dove si raccontano e ricostruiscono le proprie storie, paure, dubbi, situazioni critiche, anche attraverso delle vere e proprie simulazioni.

Il confronto in gruppo è utilizzato per rendere il genitore più consapevole delle proprie dinamiche e delle proprie risorse. Infatti dal confronto con le esperienze altrui si può esplorare e rielaborare il proprio vissuto con maggiore distacco ed efficacia, anche grazie al sostegno dei counselor che operano come facilitatori. Vengono poi messe in evidenza le potenzialità, i punti di forza da riattivare per fronteggiare le situazioni critiche.

“Il presupposto da cui si parte – racconta Lorena Toller, counselor dell’età evolutiva e agevolatore della Scuola dei Genitori – è che ogni famiglia possiede una intrinseca spinta ad attualizzare le potenzialità che possono creare un ambiente familiare facilitante. Si tratta in sostanza di riconoscere e prendere atto delle proprie risorse, partendo da una migliore consapevolezza di sé, uscendo dai circuiti negativi, ripetitivi. Il counselor in questo agisce come facilitatore”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su