Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Vaticano: articoli sulle nostre finanze indegni e meschini

colonna Sinistra
Venerdì 27 febbraio 2015 - 13:30

Vaticano: articoli sulle nostre finanze indegni e meschini

Padre Lombardi sull'inchiesta uscita oggi dall'Espresso
20150227_133037_A16AB1C0

Città del Vaticano, 27 feb. (askanews) – Il settimanale L’Espresso ha pubblicato oggi alcuni articoli che intenderebbero mostrare lotte interne in Vaticano su questioni economiche. “A proposito della pubblicazione degli articoli di questa mattina voglio limitarmi a fare tre osservazioni molto semplici”, commenta ai microfoni di Radio vaticana il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi. “Il passaggio di documenti riservati alla stampa per finalità polemiche o per alimentare contrapposizioni non è nuovo, ma è sempre da condannare decisamente, ed è illegale. Il fatto che argomenti complessi dal punto di vista economico o giuridico siano stati o siano oggetto di discussione e di punti di vista diversi è da considerare normale. Alla luce dei pareri emersi il Papa dà i suoi orientamenti e tutti i responsabili li seguono. L’articolo indirizzato direttamente ad attacchi personali è da considerare indegno e meschino. E non è vero che la Segreteria per l’Economia non stia portando avanti il suo lavoro con continuità ed efficacia. A conferma di ciò la Segreteria prevede nei prossimi mesi di pubblicare i bilanci del 2014 e i preventivi del 2015 per tutte le entità della Santa Sede, compresa la stessa Segreteria”.

La copertina dell’Espresso oggi in edicola titola: “Santa Romana Spesa. Riesplodono le lotte nella Curia per il controllo delle finanze, degli ospedali, del patrimonio immobiliare. E le riforme di Papa Francesco sono a rischio. Inchiesta esclusiva su quello che sta succedendo dentro le mura vaticana”. Oggetto dell’inchiesta, in particolare, in un articolo intitolato “Peccati cardinali” e nel successivo “I lussi del moralizzatore” il cardinale australiano George Pell, prefetto della Segreteria per l’Economia.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su