Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Card. O’Malley: pedofilia, alcuni episcopati ancora inadeguati

colonna Sinistra
Sabato 7 febbraio 2015 - 13:31

Card. O’Malley: pedofilia, alcuni episcopati ancora inadeguati

Le risposte delle conferenze episcopali alla Santa Sede
20150207_133143_54113390

Città del Vaticano, 7 feb. (askanews) – “Quasi tutti i paesi hanno risposto, alcuni tuttavia non hanno risposto, alcuni hanno mandato norme deboli, e noi, lavorando con la Congregazione per la dottrina della fede, lavoriamo ora per individuare quali paesi necessitano di più aiuto”. Lo ha detto il card. Sean Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston, presidente della Commissione per la Tutela dei minori, in un briefing in Vaticano in occasione della prima riunione completa, da ieri a domani, dell’organismo creato da Papa Francesco per prevenzione della pedofilia. La Santa Sede già nel 2011 aveva raccomandato a tutte le conferenze episcopali del mondo di adottare linee-guida contro gli abusi sessuali dei preti e dei religiosi sui minori.

Le norme richieste dal Vaticano “sono di tolleranza zero”, ha detto il porporato, uno dei nove cardinali-consiglieri di Jorge Mario Bergoglio, ossia “come rispondere quando c’è un’accusa”, ma “la nostra commissione vule promuovere anche la sicurezza dei minori in tutti gli aspetti della Chiesa: l’educazione, la risposta di ogni conferenza per preparare maestri, sacerdoti religiosi e tutti coloro che lavorano con i minori. Il nostro compito non solo rispondere a casi avvenuti ma prevenire abusi di minori, perché la chiesa faccia tutto per contrastare gli abusi”. In un’intervista alla Radio vaticana inglese, ieri, Hans Zollner, gesuita tedesco membro della commissione, ha citato Polonia, Croazia e Ungheria tra i paesi con i quali “il dialogo è solo iniziato”. Interventono alla conferenza stampa due dei nuovi membri della commissione, suor Kayula Gertrude Lesa, dello Zambia e l’inglese Peter Saunders, che, vittima da bambino di un prete pedofilo è stato ricevuto l’estate scorsa dal Papa (nella commissione siede anche una donna irlandese, Mary COllins, a sua volta vittima da minore di un prete pedofilo). Presenti in sala stampa tutti i membri della commissione.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su