Header Top
Logo
Giovedì 27 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Delitto Pasolini, pm Roma chiede di archiviare l’inchiesta

colonna Sinistra
Venerdì 6 febbraio 2015 - 16:14

Delitto Pasolini, pm Roma chiede di archiviare l’inchiesta

Non è possibile attribuire i 5 Dna isolati su alcuni reperti
20150206_161425_C025972B

Roma, 6 feb. (askanews) – Non è possibile dare un volto ed un nome a chi, con ogni probabilità, era con Giuseppe Pelosi la sera del 2 novembre 1975 all’Idroscalo di Ostia in occasione dell’omicidio di Pier Paolo Pasolini. Per questo, in sostanza, la Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta avviata anni fa dopo l’istanza presentata dal cugino dello scrittore e regista, Guido Mazzon.

Gli inquirenti, in particolare, non hanno potuto attribuire i 5 dna isolati su alcuni reperti. Inoltre – si spiega in sostanza nel provvedimento dei pubblici ministeri – le tracce genetiche non sarebbero collocabili nel tempo e nessun indizio utile è venuto poi dalle 34 persone sentite come testimoni nel corso degli accertamenti.

Per la morte di Pasolini l’unico colpevole resta, quindi, Giuseppe Pelosi detto ‘la rana’ che all’epoca dei fatti era minorenne e venne condannato a 9 anni e sette mesi di reclusione, ma che di recente ha rilanciato più volte l’ipotesi secondo cui la sera del delitto non fosse solo in quello spiazzo all’estrema periferia della Capitale, poco lontano da un campo sportivo ed alle spalle delle capanne dei pescatori dell’Idroscalo di Ostia.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su