Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Giustizia, Ciani: reintrodurre delitto falso in bilancio

colonna Sinistra
Venerdì 23 gennaio 2015 - 11:44

Giustizia, Ciani: reintrodurre delitto falso in bilancio

"Professione forense sorta di ammortizzatore sociale"
20150123_114402_70E02608

Roma, 23 gen. (askanews) – Per un “più efficace contrasto alla piaga della corruzione e alla criminalità economica si rende necessaria la reintroduzione del delitto di falso in bilancio, con perseguibilità d’ufficio, cui sovente si fa ricorso per costituire fondi occulti destinati ad essere utilizzati a fini corruttivi”. È quanto ha chiesto stamane il procuratore generale della Corte di cassazione, Gianfranco Ciani, nel suo intervento per l’apertura dell’Anno giudiziario.

Lo stesso Ciani ha, quindi, detto che occorre guardare con favore “l’introduzione del reato di autoriciclaggio”, aggiungendo, però, subito dopo che “forse si poteva fare di più” in questa direzione. Tra le altre varie riforme, lo stesso Ciani ha aggiunto che sarebbe “utopistico pensare ad un rapido superamento della crisi” che attraversa il Paese se “accanto alle misure già adottate, prima fra tutte l’introduzione del processo civile telematico, che si auspica possa ridurre in maniera consistente la durata media delle controversie civili, non ne verranno attuate altre, volte, ad esempio, a degiurisdizionalizzare realmente le controversie di minore rilevanza sociale ed economica, introducendo – ha proposto – casi di soluzione arbitrale e di mediazione e a razionalizzare la disciplina della professione forense, divenuta – ha concluso – purtroppo una sorta di ammortizzatore sociale”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su