Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sisma L’Aquila, 12 indagati per lavori alla caserma degli Alpini

colonna Sinistra
Mercoledì 14 gennaio 2015 - 11:02

Sisma L’Aquila, 12 indagati per lavori alla caserma degli Alpini

Truffa aggravata e turbativa d'asta, sequestrati beni per 2,5mln
20150114_110238_FD8F8299

Roma, 14 gen. (askanews) – A L’Aquila 12 persone tra imprenditori, dirigenti e tecnici delle opere pubbliche risultano indagati per gli appalti sui lavori di ricostruzione post sisma 2009 della caserma “Pasquale Campomizzi”, attualmente sede degli Alpini. In esecuzione di un provvedimento del gip Giuseppe Romano Gargarella, su richiesta della Procura di L’Aquila nei confronti di due imprese edili aquilane i finanzieri del Comando provinciale hanno sequestrato beni per un valore di 2,5 milioni di euro tra il capoluogo e la provincia di Teramo.

I reati ipotizzati dai pm sono turbata libertà degli incanti, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, abuso d’ufficio, reiterate falsità ideologiche commesse da pubblici ufficiali e da privati ed emissione-utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per 600 mila euro.

Tra i 12 indagati ci sono i vertici pro tempore del Provveditorato interregionale Opere Pubbliche di Roma e della sede aquilana, dirigenti e tecnici dello stesso ufficio periferico oltre agli imprenditori coinvolti. Secondo la Procura, dirigenti e tecnici del Provveditorato hanno adottato procedure e soluzioni tutte finalizzate a far eseguire l’intera realizzazione delle opere previste alla caserma “Campomizzi” ad opera delle imprese aquilane del “Consorzio Federico II”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su