Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • A Capodanno sequestrate oltre 120 ton prodotti ittici illegali

colonna Sinistra
Venerdì 2 gennaio 2015 - 21:12

A Capodanno sequestrate oltre 120 ton prodotti ittici illegali

Sanzioni per oltre un milione di euro
20150102_211209_A94167A5

Roma, 2 gen. (askanews) – La salvaguardia degli stock ittici, la tutela del consumatore ed il rispetto delle norme sulla commercializzazione dei prodotti della pesca, sia in ambito nazionale che internazionale, sono gli obiettivi dell’operazione “Labyrinth” disposta dal Comando Generale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera nel periodo delle festività natalizie. Più di 5.000 gli uomini coinvolti nell’operazione partita nei primi giorni del mese di dicembre e che proseguirà anche nel mese di gennaio che ha visto impegnati 300 mezzi aeronavali che hanno effettuato più di 7.600 controlli su tutto il territorio nazionale con il sequestro di oltre 120 tonnellate di prodotti ittici illegali carenti delle informazioni necessarie alla commercializzazione o in cattivo stato di conservazione, per un importo in sanzioni amministrative pari a 1.053.214 euro.

L’operazione, condotta sia in mare che a terra, ha visto impegnato il personale presso i punti di sbarco, i centri di distribuzione all’ingrosso, i mercati ittici, le pescherie ed i ristoranti.

Riscontrati illeciti che vanno dalla frode in commercio, all’immissione sul mercato di prodotti ittici sottomisura, provenienti da zone non consentite o appartenenti a specie sottoposte a restrizioni sui contingenti di cattura, fino alla mancanza di tracciabilità del pescato.

Nel napoletano in diverse operazioni condotte dal personale della Capitaneria di porto sono state sequestrate 8 tonnellate di mitili in un impianto di allevamento abusivo che ha richiesto l’impiego di personale sommozzatore per la sua rimozione. Sempre nel napoletano i militari hanno rinvenuto presso un’abitazione privata un impianto di allevamento completamente abusivo ed hanno posto sotto sequestro 1,6 tonnellate di anguille che sono state successivamente restituite al loro habitat naturale. I militati della Capitanerie di porto di Torre del Greco e di Torre Annunziata, durante le verifiche presso gli esercizi commerciali al dettaglio, hanno rinvenuto più di 750 Kg. di prodotto ittico congelato in cattivo stato di conservazione e carente delle informazioni sulla tracciabilità. (segue)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su