Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ragusa, cacciatore Fidone indagato per possesso armi da guerra

colonna Sinistra
Martedì 2 dicembre 2014 - 13:53

Ragusa, cacciatore Fidone indagato per possesso armi da guerra

Posizione uomo non è al momento collegata all'omicidio bambino
20141202_135330_6F284048

Ragusa, 2 dic. (askanews) – Orazio Fidone, il cacciatore di Santa Croce Camerina che sabato scorso ha trovato il cadavere del piccolo Andrea Loris Stival, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Ragusa con l’accusa di o di armi e munizioni da guerra. La posizione contestata a Fidone, al momento, non è collegata all’omicidio del bambino.

“Ci sono accertamenti in corso e stiamo valutando una serie di elementi acquisiti in queste ore.Durante un controllo nell’abitazione di Orazio Fidone sono state rinvenute diverse munizioni risultate anche da guerra. Per questo è stato denunciato per questo fatto reato, ovvero possesso di munizionamento da guerra”, ha detto il capo della Squadra Mobile di Ragusa, Antonino Ciavola, incontrando i giornalisti davanti alla Questura del capoluogo ibleo.

“Al momento la Procura ha fatto un’iscrizione solo per questo tipo di reato. Ci sono una serie accertamenti su una serie di elementi da parte della polizia scientifica – ha aggiunto Ciavola, rispondendo a chi domanda se l’auto del cacciatore di Santa Croce Camerina sarà sottoposta ad analisi scientifiche – Non stiamo tralasciando nessun tipo di aspetto”.

Sulla possibilità che l’uomo, già ascoltato due volte negli ultimi due giorni, possa essere riconvocato dagli inquirenti, Ciavola ha detto: “Al momento non è in previsione una nuova audizione”. Il cacciatore ha nominato un difensore di fiducia d’ufficio.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su