Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Mafie: Marino, Roma e’ vicina ad associazione Libera di Don Ciotti

colonna Sinistra
Sabato 1 marzo 2014 - 13:23

Mafie: Marino, Roma e’ vicina ad associazione Libera di Don Ciotti

(ASCA) – Roma, 1 mar 2014 – ”Con don Luigi Ciotti avremmodovuto incontrarci il 27 novembre scorso, quando conl’Associazione Libera abbiamo firmato il Protocollo d’Intesaper il Contrasto alla Criminalita’ Organizzata. Un protocollosottoscritto dal vicesindaco Luigi Nieri e dal direttore di’Libera’ Enrico Fontana. La firma congiunta del Protocollod’Intesa per il Contrasto alla Criminalita’ Organizzata hasancito per Roma una solenne assunzione di responsabilita”’.

Parole del sindaco di Roma, Ignazio Marino, che questamattina in Campidoglio, e’ intervenuto alla conferenza diLibera ”Le mafie restituiscono il maltolto”. ”Unaresponsabilita’ quotidiana, che si traduce nell’incrementodell’attivita’ politica e amministrativa per mettere in camporisorse ed energie volte a contrastare le attivita’malavitose, ma anche a promuovere e diffondere la culturadella legalita’ tra le romane e i romani. Unaresponsabilita’, che abbiamo assunto anche per quantoriguarda la verifica dell’effettivo ricollocamento eriutilizzo sociale dei beni confiscati. Quello dei beniconfiscati e del loro riutilizzo e’ un aspetto su cui stiamoriservando una grande attenzione. Roma, infatti, secondo idati dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e laDestinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati allaCriminalita’ Organizzata, e’ la terza citta’ d’Italia pernumero di beni confiscati ed e’ seconda, ex aequo, con Milanoper il numero di aziende confiscate”. ”E’ fondamentale -sottolinea Marino – che il Campidoglio si doti di tutti glistrumenti possibili per procedere in maniera piu’ rapidaall’assegnazione di spazi, strutture e aziende sequestrate econfiscate alle mafie – ha proseguito Marino -. Ed e’ perquesto che, a breve, firmeremo un importante Protocollod’Intesa con il Tribunale di Roma, con la Corte d’Appello, laProcura di Roma ed altri importanti soggetti per la gestionedei beni sequestrati e confiscati. L’obiettivo di questoProtocollo e’ quello di restituire il maltolto e renderloimmediatamente produttivo. Di migliorare e rendere piu’fluido l’intero iter di richiesta, assegnazione e gestionedei beni confiscati. Un atto concreto, che moltiplichera’ ladisponibilita’ di nuovi spazi liberati dalle mafie. Sara’l’intera citta’ a beneficiarne, perche’ il patrimonio di Romasi arricchira’ di beni preziosi da mettere a disposizionedella collettivita’. Questo ci consentira’ non solo divalorizzare il nostro patrimonio immobiliare, ma di dare unchiaro segnale: Roma e’ in prima linea nella lotta alle mafiee riconvertira’ i beni confiscati alla criminalita’organizzata per progetti sociali e culturali che vanno nelladirezione diametralmente opposta. Quella della legalita’ edel bene comune” conclude il Sindaco di Roma.

bet/mar

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su