Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Chiesa: Parolin benedira’ nuovo dormitorio a Marghera dedicato al papa

colonna Sinistra
Sabato 1 febbraio 2014 - 15:48

Chiesa: Parolin benedira’ nuovo dormitorio a Marghera dedicato al papa

(ASCA) – Venezia, 1 feb 2014 – Sara’ mons. Pietro Parolin,vicentino, nuovo Segretario di Stato vaticano e prossimocardinale, a benedire il nuovo dormitorio-mensa che laCaritas veneziana sta realizzando a Marghera, nei localidell’ex scuola Edison, su impulso del Patriarca Moraglia. Labreve cerimonia e’ prevista per le ore 16.00 di mercoledi’ 5febbraio, alla presenza delle autorita’ locali e dellecomunita’ ecclesiali del territorio.

La presenza in citta’ del piu’ stretto collaboratore delSanto Padre e’ motivata dal fatto che l’opera, messa sotto laprotezione di san Giuseppe, si chiamera’ ”Dormitorio-mensaPapa Francesco”. Dell’iniziativa il Pontefice era statoinformato dal Patriarca stesso, nei mesi scorsi. E ora sara’il suo Segretario di Stato a benedire i locali, l’opera equanti la frequenteranno. Non si trattera’ diun’inaugurazione vera e propria perche’ i lavori sono ancorain corso ma questo, sottolinea don Dino Pistolato, vicarioepiscopale e direttore della Caritas diocesana, e’ il segnoche ”la Chiesa di Venezia e’ un cantiere aperto. Esprime lalogica di una realta’ in divenire”.

Il nuovo dormitorio – con annessa mensa, pensata perconsumare la prima colazione e la cena – si sviluppa su unasuperficie di circa 450 mq, al piano terra dell’edificio chesi trova a destra dell’ingresso da via Mameli, dietro gliuffici della Prefettura.

Sara’ strutturato in quattro blocchi di tre camereciascuno (corrispondenti alla vecchia ripartizione in aule);ogni camera avra’ due letti, per un totale di 24 posti.

Sara’, inoltre, presente un ufficio per l’accoglienza e unacamera per l’operatore. Un blocco di bagni e uno di doccesono a servizio degli ospiti; un altro e’ riservatoall’operatore.

La struttura dispone, appunto, di una cucina (per lacolazione e per scaldare le vivande della cena che sarannoportate da fuori) e di una sala-mensa per consumare i pasti.

Il dormitorio accogliera’, per il momento, solo uomini; vi siaccedera’ dopo un colloquio e per un periodo di permanenzamassimo di 15 giorni, peraltro rinnovabile. Quanto alla”tipologia” degli ospiti, ”sara’ l’operativita’ concreta adirci se dovremo connotare la struttura in qualche modo -spiega ancora don Pistolato -. Intanto cerchiamo dirispondere a un bisogno: dare un tetto a chi l’ha perso,sotto il quale possa trovare anche la cena e la colazione,per affrontare il quotidiano”.

fdm/mar

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su