Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Electrolux: sciopero a Pordenone, vescovo diocesano alla manifestazione

colonna Sinistra
Venerdì 15 novembre 2013 - 12:45

Electrolux: sciopero a Pordenone, vescovo diocesano alla manifestazione

(ASCA – Pordenone, 15 nov – Anche il vescovo mons. GiuseppePellegrini, la presidente della Regione Fvg, DeboraSerracchiani, il suo vice Sergio Bolzonello, allamanifestazione di protesta a Pordenone contro il declinoeconomico della Provincia, con in primo piano le crisidell’Electrolux e dell’Ideal Standard. 10 mila imanifestanti, secondo Cgil, Cisl e Uil. ”Per noi il tempo dell’attesa e’ finito. Vogliamorisposte per uscire dalla crisi, da subito”. Questol’appello che i tre sindacati hanno lanciato alla Giuntaregionale nel giorno dello sciopero generale.

Sul palco, con il segretario regionale della Cisl,Giovanni Fania, e i leader regionali di Cgil e Uil FrancoBelci e Giacinto Menis, anche Elena Lattuada, responsabiledelle politiche industriali nella segreteria nazionale Cgil,che nel suo intervento conclusivo ha ricordato le ragioninazionali della mobilitazione, proclamata per chiedere unalegge di stabilita’ piu’ incisiva nella riduzione del cuneofiscale. Ma in primo piano resta la grande crisi delmanifatturiero regionale, contro la quale Cgil, Cisl e Uilrivendicano immediate: ”Apprezziamo – queste ancora leparole di Fania – che la Regione sia presente ai tavoli dicrisi, ma questa presenza, da sola, oggi non basta piu’.

Siamo stufi di rincorrere le crisi, di passare di vertenza invertenza a registrare chiusure, esuberi, fallimenti. Servonodelle risposte immediate per le crisi in atto, con laconsapevolezza che la nostra economia non puo’ fare a menodel settore manifatturiero e campare solo di turismo eterziario. Bene quindi la gestione dell’emergenza, ma iprovvedimenti tampone non bastano: servono anche interventidi sistema, politiche industriali che sappiano sosteneresviluppo ed occupazione, che mantengano e consolidino quantodi buono esiste e che facciano partire le politiche attive,quale mezzo reale per riconvertire aree ed aziendedecotte”.

fdm/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su