Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Maltempo: vicesindaco Perugia, riaperte quasi tutte strade interdette

colonna Sinistra
Mercoledì 13 novembre 2013 - 13:04

Maltempo: vicesindaco Perugia, riaperte quasi tutte strade interdette

(ASCA) – Perugia, 13 nov – Sono state riaperte quasi tutte lestrade che ieri erano state interdette al traffico veicolare,dopo i danni causati dal maltempo delle ore scorse. Loriferisce il vicesindaco di Perugia, Nilo Arcudi (Cantierecomunale e Protezione civile) che fa il punto sugliinterventi realizzati e quelli ancora in corso. Pur in unquadro di miglioramento, si attendono ulteriori e localipiogge, ma per le prossime ore, i rischi legati alla pienadel Tevere sono superati. ”Esattamente un anno fa, a Perugia- sottolinea Arcudi – si erano verificate analoghe condizionimeteorologiche avverse, con danni ad alcune abitazioni postenei pressi del fiume Tevere e a diverse strade della citta’.

La situazione oggi si presenta, indubbiamente, meno critica.

Si e’ lavorato molto sul fronte della prevenzione,soprattutto per quanto riguarda l’informazione allepopolazioni lungo l’asta del Tevere. Un ringraziamento per illavoro svolto va al personale della Protezione civile e algruppo di volontariato, del Gruppo Perusia, del Cantierecomunale, dei Vigili del fuoco, dell’Agenzia RegionaleForestale che hanno lavorato incessantemente tutta la notteper ridurre al minimo i disagi, monitorare costantementel’andamento del fiume, e attivare misure di prevenzione”. Almomento – come riferisce l’Unita’ operativa Cantiere comunale- il personale dell’Agenzia Forestale sta lavorando sultratto Strada San Marco – Cenerente Torrione, chiuso da ieria causa della presenza di rami e piante sulla strada. Gia’ieri si era provveduto alla rimozione delle piante, mentreoggi si sta ripulendo il manto stradale dal fogliame e daaltri detriti presenti. L’Unita’ operativa Protezione civile,a seguito degli avvisi di condizioni meteorologiche avverse,aveva subito attivato, gia’ ieri, tutte le procedurefinalizzate all’ assistenza alla popolazione. Nel presidiooperativo presso la sede di Ponte Pattoli dei volontari diprotezione Civile del Gruppo Perusia, in caso di necessita’durante la scorsa notte sarebbero stati forniti sacchetti disabbia. Il presidio e’ stato chiuso alle 6.00 circa di questamattina, quando le condizioni meteo sono tornate allanormalita’. I volontari sono stati impegnati, anche la notte,nel monitoraggio del fiume Tevere nei punti piu’ critici. Lapopolazione residente nelle aree prossime al Tevere e’ stataallertata con 2 sms sull’eventualita’ di esondazione e sullapossibilita’ di reperire i sacchetti di sabbia dasbarramento; attraverso altoparlanti posti su un’auto dellaProtezione Civile del Comune di Perugia la popolazione dellezone di Ponte Valleceppi, Ponte Pattoli, Ponte Felcino e LaBruna e’ stata informata circa la possibilita’dell’esondazione del fiume. E’ in atto, da questa mattina, lafase di svaso controllato della diga sul Chiascio e verra’monitorata la fase di conseguente innalzamento del livellodelle acque.

pg/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su