Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Agricoltura: carabinieri, controlli straordinari su tracciabilita’

colonna Sinistra
Martedì 12 novembre 2013 - 16:17

Agricoltura: carabinieri, controlli straordinari su tracciabilita’

(ASCA) – Roma, 12 nov – Il Comando Carabinieri Politicheagricole e alimentari sta proseguendo il programma dicontrolli straordinari sulla filiera agroalimentare, sull’E-Commerce, sulla etichettatura e sulla tracciabilita’ deiprodotti, nonche’ sulla corretta destinazione deifinanziamenti Ue. Gli interventi piu’ significativi nell’azione di controllosvolta dai Nuclei antifrodi carabinieri hanno riguardato,informa una nota dell’Arma, molte attivita’ in tutte le zonedel paese.

In Nord Italia, nelle province di Verona, Vicenza, Trentoe Brescia, il Nucleo antifrodi carabinieri di Parma haindividuato alcuni circuiti di commercializzazione di falso”Parmigiano Reggiano”, ”Grana Padano” Dop, e di pastelavorate con ripieni evocanti indebitamente noti marchi diqualita’ DOP/IGP/STG, destinate anche all’esportazione;Complessivamente sono state sequestrate otre 5 tonnellate diprodotti e 350.000 etichette/packaging irregolari.

Nel Sud Italia, nel corso dei controlli in alcuni centriagroalimentari il Nucleo antifrodi carabinieri di Salerno haoperato il sequestro di oltre 3 tonnellate di prodottiortofrutticoli risultati privi della documentazione ditracciabilita’. In provincia di Foggia e Potenza, il Nucleo antifrodicarabinieri di Salerno e l’ Ispettorato controllo qualita’ erepressione frodi (Icqrf) hanno sequestrato 1.600 tonnellatedi mosto ottenuto da uve da tavola, per accertateirregolarita’ riscontrate nelle operazioni di vinificazione:il prodotto e’ risultato introdotto in cantina senza ladocumentazione di tracciabilita’ e/o con documenticontraffati. Sono state contestate anche sanzioni per circa400 mila euro.

Nel monitoraggio dell’ E-Commerce, i Nuclei AntifrodiCarabinieri stanno, invece, proseguendo gli accertamentisulla diffusione in internet della vasta gamma di”cheese-kit” prodotti e commercializzati in Nuova Zelanda eAustralia: si tratta di confezioni contenenti estratti dellatte e/o altre sostanze che con l’aggiunta di lattepromettono di realizzare i formaggi tipici italiani (!); iprodotti sono presentati sul web con immagini accattivantiche evocano in etichetta il tricolore, e le denominazioni”Italian cheese”, mozzarella, ricotta, burrata, mascarponeed altri formaggi tipici. I Nac hanno interessato i canalidi cooperazione internazionale di Interpol e dell’Agenziadelle Dogane segnalando che il fenomeno non e’ una sempliceevocazione dell’italian sounding, ma una vera e propriacondotta fraudolenta a danno dei consumatori stranieri chepensano di poter acquistare un prodotto realmentecorrispondente alla genuinita’ del prodotto tipico italiano.

I controlli straordinari sviluppati dai Nuclei AntifrodiCarabinieri hanno riguardato anche la tutela della correttadestinazione dei finanziamenti Ue, accertando frodi nelcomparto agroalimentare per oltre 2,5 milioni di euro. Perle azioni di recupero sono state attivati anche i sequestridi beni immobili ”per equivalente” e segnalazioni allaCorte dei Conti per l’accertamento del danno erariale. Nel corso delle attivita’ svolte nel 2013 sono statesequestrate oltre 1.800 tonnellate di prodotti agroalimentarie 2,5 milioni il numero delle etichette/packagingirregolari.

Inoltre sono stati deferiti all’autorita’ Giudiziaria oltre2.000 autori di reato e accertati illeciti finanziamenti Ueper oltre 13 milioni di euro.

red-gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su