Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Filippine: Migrantes, sostenere filippini che lavorano in Italia

colonna Sinistra
Lunedì 11 novembre 2013 - 15:23

Filippine: Migrantes, sostenere filippini che lavorano in Italia

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 11 nov – Mentre continuano adarrivare le immagini drammatiche e devastanti del tifonenelle Filippine, continua anche la preghiera delle numerosecomunita’ cattoliche filippine in Italia.

Gli oltre 150.000 filippini in Italia, riferisce laFondazione Migrantes, ieri si sono incontrati nelle chiese,nelle associazioni di Roma e Milano, di Firenze, Verona,Padova, Treviso, Siracusa, Reggio Calabria, Viareggio perraccogliere informazione sui familiari, organizzare i primiaiuti.

Tra i Paesi europei l’Italia, dopo la Gran Bretagna, ha ilpiu’ alto numero di filippini, arrivati in Italia a partiredagli anni ’70 ed oggi con molti giovani di secondagenerazione.

”Il loro apprezzato lavoro nelle famiglie, nei luoghi diturismo, tra i marittimi – afferma il direttore generaledella Fondazione Migrantes, monsignor Giancarlo Perego – illoro percorso di integrazione e la loro esperienza di federendono importante in questo dramma fare sentire la vicinanzadelle Chiesa in Italia”.

”In questo momento alla preghiera – aggiunge mons. Perego- diventa fondamentale la solidarieta’ concreta di tutti,perche’ i filippini in Italia si sentano sostenuti e, altempo stesso, perche’ si creino le condizioni, ad esempio,permessi straordinari retribuiti ai lavoratori per la visitain patria alle famiglie o detassazione delle rimesse, perche’le famiglie filippine non siano costrette a vivere un drammaa distanza, per l’impossibilita’ di raggiungere la propriaterra”.

In Italia operano nella pastorale per i filippini 120presbiteri diocesani e religiosi. Il coordinatore nazionale,padre Paulino Elmer Bumanglag, e’ in contatto con tutte lecomunita’ cattoliche presenti in Italia per avereinformazioni e coordinare gli aiuti. ”La Chiesa filippina e l’intera popolazione – spiegapadre Paulino – continuano a pregare per le anime deidefunti che potrebbero essere piu’ di 12 mila”. Il sacerdotericorda che negli ultimi due anni sono state sei le calamita’naturali che hanno colpito le Filippine, con migliaia dimorti.

dab/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su