Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Agricoltura: Cia, oggi consegna premio ‘Bandiera Verde 2013’

colonna Sinistra
Lunedì 11 novembre 2013 - 12:01

Agricoltura: Cia, oggi consegna premio ‘Bandiera Verde 2013’

(ASCA) – Roma, 11 nov – ”Grazie al premio ‘Bandiera VerdeAgricoltura 2013’ dal 2003 a oggi sventolano oltre 200bandiere verdi tra aziende, comuni, province e parchi.

Comunque i ‘virtuosi’ che la meriterebbero nel nostro Paesesono piu’ di 15 mila. Tra le regioni piu’ attive nel 2013,nell’ambito degli aspiranti alla ‘Bandiera VerdeAgricoltura’, si segnalano la Puglia, le Marche, il Veneto el’Umbria, ma ogni angolo del Paese nasconde ”gioielli” dascoprire”. Questo il commento della Cia, confederazioneitaliana agricoltura, alla consegna del premio ‘BandieraVerde 2013′ consegnanto oggi a Roma nella Sala dellaProtomoteca in Campidoglio a ventuno ”campioni”dell’agricoltura sostenibile, dell’innovazione,dell’originalita’, dell’ingegno, della tradizione, dellaqualita’.

Il turismo enogastronomico e rurale in Italia, infatti,continua il suo trend positivo con un giro d’affari calcolatoin piu’ di 5 miliardi di euro e attualmente rappresenta unodei veri motori della vacanza ‘made in Italy’. Proprio gli’enogastronomi’ pongono come motivazione principale deipropri viaggi la ricerca di cibi buoni, affrontano vacanze,da 3 a 5 notti, integrando gli aspetti culinari con ilwellness, lo shopping, lo sport all’aperto, le escursioni trapaesaggi e luoghi naturalistici.

”Cio’ significa – avverte la Cia – che valorizzare ilcomparto enogastronomico vuol dire valorizzare la culturaitaliana dell’ospitalita’, in particolare quella rurale,rafforzando il valore dei prodotti locali e l’identita’culturale nazionale”. Dal ‘curriculum’ dei premiati emergono anche personalita’speciali, che con mirabili intuizioni e tanto impegno hannocontribuito affinche’ luoghi problematici si trasformasseroin aree di grandi opportunita’, sia per il benessere e illavoro delle persone che per l’economia, come nel caso di DonSalvatore Frigerio e della sua ‘Carta di Fonte Avellana’ perla tutela dei boschi dell’Appennino. E speciale e’ anche lacooperativa di comunita’ ‘Valle dei Cavalieri’ di Succiso cheha scongiurato il totale abbandonato di un piccolo Borgocreando un’associazione volontaria in cui la proprieta’ e’comune: un esempio di come le risposte della collettivita’,anche supportate dagli enti locali, producono servizi esuperano inefficienze generando valore. red/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su