Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: anoressia e bulimia, Campagna in 3 mosse per combatterle

colonna Sinistra
Venerdì 8 novembre 2013 - 19:20

Salute: anoressia e bulimia, Campagna in 3 mosse per combatterle

(ASCA) – Roma, 8 nov – Presentata all’Agis la Campagna disensibilizzazione della danza italiana contro l’anoressia.

Previste 3 azioni mirate verso i giovani e tutti quelli cheamano il ballo in generale. Promossa dall’Aidaf,l’associazione che in Federdanza/Agis riunisce le scuole didanza, insieme all’Agiscuola e all’Ospedale PediatricoBambino Gesu’ di Roma, la Campagna mette in evidenza i datidel Cidap, Centro italiano disturbi alimentari psicogeni. Lostudio condotto evidenzia che ben 2,2 milioni di ragazze inItalia soffrono di disturbi alimentari psicogeni comel’anoressia e la bulimia ..

La prima azione della Campagna, che si concludera’ a finegiugno 2014, consiste nella promozione del ManifestoNazionale della Danza Italiana di Informazione e diPrevenzione contro l’anoressia, reso pubblico oggi,patrocinato dal Ministero dei Beni e della Attivita’Culturali e del Turismo.

La seconda azione prevede una giornata dimostrativa delladanza, sia quella amatoriale che professionale nei suoidiversi generi, che si svolgera’ nel mese di febbraio,dedicata alle scuole di danza e agli alunni e ai docentidegli istituti scolastici. Per ogni genere un espertosvolgera’ un intervento sul diverso utilizzo del corpo aseconda del tipo di danza praticata, sempre nell’ottica cheper ballare c’e’ bisogno di un corpo perfettamente insalute.

La terza azione riguarda un’iniziativa delle scuole didanza con il mondo della Moda, per una sinergia con unsettore esposto al problema dei disturbi alimentari e chequindi puo’ svolgere un ruolo fondamentale nella lotta control’anoressia.

Il Manifesto, elaborato con il contributo deglispecialisti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’, mira adiffondere l’idea che un bel corpo non si identifica con ununico modello di fisicita’ che si rifa’ alla magrezza,concependo la danza come canale di promozione di una nuovacultura della bellezza, espressione di uno stile al di fuoridegli stereotipi imposti dai media. Per questo l’Aidaf siimpegna a: promuovere iniziative volte a sensibilizzarel’opinione pubblica sulle patologie del comportamentoalimentare; diffondere il Manifesto presso le scuole didanza; predisporre un codice standard per una correttaalimentazione per chi intende praticare la danza; creare unrapporto di stretta collaborazione tra i genitori degliallievi delle scuole e i relativi insegnanti per intercettareogni avvisaglia di eventuali problemi legatiall’alimentazione; invitare gli insegnanti di danza a fareriferimento ai genitori per comunicare all’allievol’eventuale predisposizione o meno alla danza, cosi’ daevitare problemi psicologici.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su