Header Top
Logo
Giovedì 19 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Difesa: inaugurato al Casd nuovo anno accademico 2013/2014

colonna Sinistra
Venerdì 8 novembre 2013 - 14:20

Difesa: inaugurato al Casd nuovo anno accademico 2013/2014

(ASCA) – Roma, 8 nov – Il Centro alti studi della difesa(Casd) ha inaugurato oggi a Roma l’anno accademico 2013/2014alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, amm.

Luigi Binelli Mantelli.

Il Casd collabora con universita’, istituti pariteticiesteri e con autorita’ di rilievo nei settori della cultura,delle professioni, delle scienze e della politica.

L’obiettivo del centro e’ quello di accrescere lapreparazione professionale e culturale degli ufficiali dialto rango e dei dirigenti della pubblica ammministrazionementre, per quello che riguarda nello specifico le Forzearmate, mira a perfezionare la formazione professionale eculturale degli ufficiali destinati poi a ricoprire incarichidi ruolo maggiori nel grado e nell’importanza.

Nell’anno accademico in corso, gli studenti che frequentano icorsi sono 245, di cui 26 civili e 42 ufficiali stranieriprovenienti dai 30 paesi con cui Casd ha la convenzione.

Nel corso del suo intervento, Binelli Mantelli haricordato l’importanza della formazione ”perche’ – ha dettonel corso del suo intervento – e’ grazie ad essa che sicostruisce e assicura la ‘continuita’ organizzativa’ intesacome ‘strumento di lavoro’ flessibile ed efficace per larisoluzione di diverse attivita’ e problematiche, e non unaburocratica e becera applicazione di disposizioni fini a sestesse”.

A tal proposito, Binelli Mantelli ha anche ribadito”l’importanza di saper sviluppare sinergie attraversol’integrazione di risorse militari con altri dicasteri”,quella che lo stesso Mantelli chiama ”aperturainteragenzia”. Un esempio e’, per il Capo di Stato maggiore,”il dispositivo interministeriale integrato di sorveglianzamarittima (Diism) tornato alla ribalta per la tragicaemergenza degli immigrati nel Canale di Sicilia. Si tratta -ha spiegato l’ammiraglio – di un progetto innovativo edefficace che garantirebbe la piena condivisione evalorizzazione delle informazioni provenienti da tutti gliattori istituzionali a vario titolo coinvolti nella sicurezzamarittima, senza interferire minimamente sulle specifichecompetenze e responsabilita’ dei singolo dicasteri”.

”Il Diism – ha spiegato infine Binelli Mantelli -consentirebbe di ridurre l’impiego di assetti navali e quindidi contenere i costi (per esempio nell’Operazione ‘Marenostrum’, ndr): un’iniziativa di buon senso e ‘tecnicamente’attivabile subito senza costi aggiuntivi – ha concluso ilcapo di stato maggiore della difesa – sfruttando la centraleoperativa della marina militare”. Un progetto che invecerimane chiuso nel cassetto.

red/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su