Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Tumori: Melanoma, 10.500 nuovi casi in Italia nel 2013

colonna Sinistra
Giovedì 7 novembre 2013 - 16:05

Tumori: Melanoma, 10.500 nuovi casi in Italia nel 2013

(ASCA) – Milano, 7 nov – E’ il terzo tumore piu’frequente al di sotto dei 50 anni, con 10.500 nuovi casistimati in Italia nel 2013. Il melanoma, una neoplasia dellapelle particolarmente aggressiva e in costante crescita inentrambi i sessi, sta facendo registrare negli ultimi decenniun incremento della mortalita’ fra gli uomini (+2,3% anno).

Perche’ arrivano tardi alla diagnosi, quando la malattia e’in stadio gia’ avanzato. La svolta nel trattamento e’rappresentata dalla combinazione delle terapie. Una via sucui i ricercatori italiani stanno concentrando i loro sforzi,con risultati eccellenti. E proprio un italiano, PaoloAscierto dell’Istituto ”Pascale’ di Napoli, per la primavolta e’ co-organizzatore del piu’ importante Congressomondiale sull’immunoterapia contro il cancro (Society forImmunotherapy of Cancer – SITC), che si apre oggi aWashington fino al 10 novembre con la partecipazione di oltre1000 specialisti. ”L’Italia – sottolinea Ascierto, che e’Direttore dell’Unita’ di Oncologia Medica e TerapieInnovative dell’Ospedale partenopeo – e’ un punto diriferimento negli studi sull’immunoterapia, che agiscepotenziando le difese immunitarie dell’organismo del pazienteper poter meglio vincere il tumore. Il melanoma, per le suecaratteristiche biologiche, e’ il candidato ideale perl’applicazione di questo approccio, che cambia i criteri divalutazione della risposta al trattamento. Abbiamo dimostratoche, associando un innovativo anticorpo monoclonale,ipilimumab, con la radioterapia tradizionale, e’ possibilemigliorare in maniera significativa l’efficacia del farmaco.

Infatti, oltre il 50% dei pazienti, che avevano in precedenzafatto registrare una progressione del tumore, dopo lasequenza di combinazione costituita da ipilimumb eradioterapia, ha evidenziato una riduzione della malattia”.

Circa 81.000 persone in Italia convivono con una pregressadiagnosi di melanoma. ”L’85% dei nuovi casi nel mondointeressa le popolazioni del Nord America, dell’Europa edell’Oceania – continua Ascierto -. Il rischio di insorgenzae’ legato a fattori genetici e ambientali. Fra questi ultimiricordiamo in particolare l’esposizione ai raggi UV, sia inrapporto alle dosi assorbite che al tipo di esposizione(intermittente piu’ che cronica) ed all’eta’ (a maggiorrischio quella infantile e adolescenziale)”. Un altroapproccio, che avra’ sviluppi decisivi in futuro riguarda lacombinazione di diversi farmaci immunoterapici, non solo nelmelanoma, ma anche nel tumore del polmone, del rene e dellaprostata. Senza dimenticare l’immunoterapia personalizzata,un approccio ‘su misura’ che consentira’ di rendere piu’efficaci e mirate le armi a disposizione.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su