Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanita’: tra 2002 e 2012 popolazione ‘over 65’ aumentata del 15,8%

colonna Sinistra
Giovedì 7 novembre 2013 - 17:57

Sanita’: tra 2002 e 2012 popolazione ‘over 65’ aumentata del 15,8%

(RIPETIZIONE CON TITOLO CORRETTO).

(ASCA) – Bologna, 7 nov – Dal 2002 al 2012 in Italia lapopolazione e’ cresciuta del 4,2% raggiungendo i 59.394.207residenti. L’aumento piu’ accentuato, in termini percentuali,si e’ registrato tra gli ‘over 65’ con un +15,8% rispetto al2002: la categoria ‘senior’, di oltre 11,6 milioni diabitanti, rappresenta il 19,6% rispetto al totale dellapopolazione italiana (+2%; nel 2002 era il 17,6%). Queste leprime evidenze che Exposanita’ (a Bologna 21-24 maggio 2014)ha tratto dalla rielaborazione degli ultimi dati Istat sullapopolazione italiana per fornire indicazioni importanti sultema della terza eta’. La classifica delle prime dieci regioni con l’incidenzapiu’ alta di ‘over 65’ sulla popolazione locale si apre conla Liguria con il 25,8% (404.502), il Friuli Venezia Giuliacon il 22,5% (273.649), la Toscana con il 22,4% (823.317) e’alla pari con l’Umbria (197.447), il Piemonte con il 22,1%(964.737), le Marche con il 21,6% (333.384), l’Emilia Romagnacon il 21,5% (932.575), il Molise con il 21% (65.858),l’Abruzzo con il 20,5% (268.429) e la Valle d’Aosta con il20,1% (25.481).

Dati che avranno sicuramente una significativa ricadutasul nostro tessuto sociale e che, sottolineano gli esperti,impongono una riorganizzazione dell’intero sistemasanitario.

La terza eta’ resta un tema complesso che richiede unacollaborazione sinergica tra gli Enti, Istituzioni pubblichee realta’ private che si occupano a diverso titolo diattivita’ assistenziali.

Se nel 2040 la popolazione ‘over 65′ raggiungera’ inItalia il 35% del totale, si preannuncia una sfida per lasanita’ e i suoi operatori che dovranno rispondere a nuovibisogni sanitari a fronte di un numero di risorse limitate. ”Formare nuove professionalita’ sanitarie e promuovere unaggiornamento del comparto diventa prioritario”, commentaMarilena Pavarelli Project Manager Exposanita’ che spiega:”In Italia la domanda di servizi dedicati alla terza eta’ e’destinata a crescere e, di conseguenza, e’ probabileaumentera’ anche la richiesta di professionisti qualificati ecompetenti su tutti gli aspetti della materia. Secondo gliultimi dati emessi dalla Comunita’ Europea infattil’invecchiamento della popolazione e’ stato tra i fattori chehanno portato il settore sanitario europeo ad assumere quasiun milione di persone nel corso del 2012”. red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su