Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Difesa: Stato Maggiore, ‘scivolo’ evita invecchiamento personale

colonna Sinistra
Martedì 5 novembre 2013 - 19:04

Difesa: Stato Maggiore, ‘scivolo’ evita invecchiamento personale

(ASCA) – Roma, 5 nov – Una ”valvola di emergenza intesa amantenere entro limiti accettabili l’eta’ media delpersonale”. Questo uno degli scopi dell’ ‘scivolo’pensionistico per il personale militare allo studio delParlamento. E’ quanto precisa una nota lo Stato Maggioredella Difesa.

La riorganizzazione delle Forze Armate si propone – siricorda nella nota – di realizzare uno strumento militarefinanziariamente sostenibile nel tempo, in cui venganosalvaguardati i livelli di efficienza ed efficacia operativae la ripartizione delle spese non sia eccessivamentesbilanciata sul personale.

Nella riforma e’ previsto che si realizzi con unariduzione di 40.000 unita’ nei prossimi anni, in linea con idecreti attuativi all’esame del Parlamento. Tra le variemisure vi e’ anche l’esenzione dal servizio per il personaleappartenente ai ruoli sovraffollati dei gradi medio bassi equalora tutti gli altri provvedimenti previsti (transito inaltre amministrazioni, riserva di posti in concorsi pubblici,etc) non consentano di raggiungere i volumi indicati dallalegge. Essa e’ riservata in via esclusiva al personalemilitare interessato da processi di riorganizzazione distrutture ed Enti.

Si tratta quindi, ricorda lo Stato maggiore della Difesa,di una valvola di emergenza intesa a mantenere entro limitiaccettabili l’eta’ media del personale, che in tutti glieserciti del mondo non supera i 35/40 anni. Un invecchiamentodel personale comporta infatti una serie di implicazioninegative sull’efficienza, l’operativita’ e la capacita’ dimantenere gli impegni assunti in ambito internazionale.

Una azione che, si sostiene consentira’ altresi’ unrisparmio per l’Amministrazione della Difesa che agira’all’interno delle proprie disponibilita’, senza nessunulteriore aggravio per le finanze pubbliche.

Agli aderenti si chiedera’, infatti, senza possibilita’ ditornare sui propri passi, di lasciare il servizio perricollocarsi nel mondo del lavoro, rinunciando a futurimiglioramenti economici e progressione di carriera.

Si precisa, inoltre, che quali siano le misure adottateper gestire il passaggio verso i nuovi organici, vaevidenziata la specificita’ del personale militare, nel sensodel particolare status di chi, indossando l’uniforme, ne haaccettato senza riserve gli obblighi e i sacrifici ad essoconnessi. Ad essi va dedicata la massima, concreta attenzioneda parte del Paese.

gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su