Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Chiesa: Lazzati vicino alla beatificazione, domani l’annuncio di Scola

colonna Sinistra
Martedì 5 novembre 2013 - 17:13

Chiesa: Lazzati vicino alla beatificazione, domani l’annuncio di Scola

(ASCA) – Milano, 5 nov – Giuseppe Lazzati e’ a un passo dallabeatificazione. Sara’ l’Arcivescovo di Milano, CardinaleAngelo Scola, ad ufficializzare domani l’avvio dellaprocedura durante alla cerimonia di inaugurazione dell’annoaccademico dell’Universita’ Cattolica del Sacro Cuore. Data e luogo non sono affatto casuali, considerato che dal1968 al 1983 Lazzati (docente, giornalista, politico epromotore del laicato) e’ stato rettore dell’ateneo fondatoda Padre Agostino Gemelli. In particolare, nel suo intervento l’alto prelatoannuncera’ la Promulgazione del decreto che definisce Lazzati”Venerabile”, titolo attribuito a quei Servi di Dio di cuie’ stata riconosciuta l’eroicita’ delle virtu’. In pratica,e’ la premessa per la beatificazione. L’altro tassello perdiventare beati e’ la constatazione – della quale si e’ancora in attesa – di almeno un miracolo ottenuto perl’intercessione del Venerabile. La figura di Lazzati attraversa l’intero Novecento. Nascea Milano nel 1909 e a soli 22 anni si laurea con lode inLettere.

Nello stesso anno matura la decisione di rimanere celibe echiede la ‘consacrazione secolare’. Dal 1934 al 1945 e’presidente diocesano della Gioventu’ italiana di Azionecattolica (Giac) e comincia la carriera universitaria. Dal1939 e’ docente incaricato di Letteratura cristiana anticaalla Cattolica e in quello stesso anno fonda l’organizzazionedi laici consacrati ‘Milites Christi’.

Partecipa alla Seconda guerra mondiale come tenente delladivisione Tridentina’ degli Alpini, ma dopo l’8 settembre1943 si rifiuta di prestare giuramento alla Repubblicasociale italiana e cosi’ viene arrestato e internato neicampi di concentramento nazisti. Rientra in Italianell’agosto del 1945 ed e’ subito coinvolto, con GiuseppeDossetti e Giorgio La Pira, nell’opera di ricostruzione dellavita civile del Paese. Nel 1946 entra nella direzionenazionale della Democrazia Cristiana ed e’ elettoall’Assemblea costituente (1946-1948) e poi alla Camera deiDeputati nella I Legislatura (1948-1953).

Rientrato a Milano si dedica in particolare allaformazione del laicato. L’arcivescovo Giovanni BattistaMontini lo chiama alla direzione del quotidiano cattolicoL’Italia (1961-1964).

Dal 1964 al 1967 e’ presidente diocesano dell’AzioneCattolica ambrosiana. Tornato all’insegnamento, nel periododelle contestazioni che agitavano il mondo universitario, nel1968 Lazzati e’ chiamato a sostituire Ezio Franceschini comeRettore dell’Universita’ Cattolica del Sacro Cuore, caricache mantiene per cinque mandati triennali, fino al 1983.

Sotto la sua guida l’Universita’ Cattolica conobbe unacrescente fase espansiva.

Nel 1976 e’ vicepresidente del comitato promotore delprimo Convegno ecclesiale della Chiesa italiana’Evangelizzazione e promozione umana’. Gli ultimi anni della sua vita sono dedicati al rilanciodi un’idea alta della politica con la fondazionedell’associazione ‘Citta’ dell’uomo’ (1984). Muore a Milanoil 18 maggio 1986, festa di Pentecoste, a quasi 77 anni.

Lazzati e’ attualmente sepolto all’Eremo di San Salvatoresopra Erba, dove dai primi anni Settanta incontrava i giovaniper momenti regolari di formazione e preghiera. La proceduradi canonizzazione parte nel 1991. Ora la beatificazione e’ancora piu’ vicina. fcz/sat

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su