Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Papa: la speranza non e’ ottimismo ma una virtu’ rischiosa

colonna Sinistra
Martedì 29 ottobre 2013 - 11:31

Papa: la speranza non e’ ottimismo ma una virtu’ rischiosa

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 29 ott – ”La speranza non e’un ottimismo, non e’ quella capacita’ di guardare le cose conbuon animo e andare avanti. No, quello e’ ottimismo, non e’speranza. Ne’ la speranza e’ un atteggiamento positivodavanti alle cose. Quelle persone luminose, positive maquesto e’ buono, eh! Ma non e’ la speranza”. Lo ha dettopapa Francesco nell’omelia, pubblicata da Radio Vaticana,della messa celebrata stamane a Santa Marta.

”Non e’ facile capire cosa sia la speranza – ha osservatoFrancesco – Si dice che e’ la piu’ umile delle tre virtu’,perche’ si nasconde nella vita.

La fede si vede, si sente, si sa cosa e’. La carita’ si fa,si sa cosa e’. Ma cosa e’ la speranza? Cosa e’ questoatteggiamento di speranza? Per avvicinarci un po’, possiamodire in primo che la speranza e’ un rischio, e’ una virtu’rischiosa, e’ una virtu’, come dice San Paolo ‘di un’ardenteaspettativa verso la rivelazione del Figlio di Dio’. Non e’un’illusione”.

Avere speranza, ha aggiunto il papa, e’ proprio questo:”essere in tensione verso questa rivelazione, verso questagioia che riempira’ la nostra bocca di sorrisi”. San Paolo,ha detto ancora, tiene a sottolineare che la speranza non e’ottimismo, ”e’ di piu”’. E’ ”un’altra cosa differente”. Iprimi cristiani, ha ricordato il papa, la ”dipingevano comeun’ancora: la speranza era un’ancora, un’ancora fissa nellariva” dell’Aldila’. E la nostra vita e’ proprio camminareverso quest’ancora.

”Una cosa – ha proseguito Francesco – e’ vivere nellasperanza, perche’ nella speranza siamo salvati e un’altracosa e’ vivere come buoni cristiani, non di piu’. Vivere inattesa della rivelazione o vivere bene con i comandamenti,essere ancorati nella riva di la’ o parcheggiati nella lagunaartificiale. Penso a Maria, una ragazza giovane, quando, dopoche lei ha sentito che era mamma e’ cambiato il suoatteggiamento e va, aiuta e canta quel cantico di lode.

Quando una donna rimane incinta e’ donna, ma non e’ mai(solo) donna: e’ mamma. E la speranza ha qualcosa di questo.

Ci cambia l’atteggiamento: siamo noi, ma non siamo noi; siamonoi, cercando la’, ancorati la”’.

dab/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su