Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Libri: Il Castello sull’Hudson. Vita di Paterno, lucano che cambio’ NY

colonna Sinistra
Martedì 29 ottobre 2013 - 17:46

Libri: Il Castello sull’Hudson. Vita di Paterno, lucano che cambio’ NY

(ASCA) – Roma, 29 ott – Emigrante per bisogno, medico performazione, costruttore per necessita’, sognatore pertemperamento, visionario per vocazione, visse da protagonistauna delle stagioni piu’ importanti della vita di New York,accumulando un enorme patrimonio e uscendo indenne, anzirafforzato, dal panico del 1907 e dalla Grande Depressionedel 1929.

E’ Charles Paterno, emigrante italiano che aveva appenasette anni quando parti’ da un piccolo comune della montagnalucana, Castelmezzano, per imbarcarsi su una delle tantecarrette del mare dirette in America. Sarebbe diventato inpochi anni uno dei piu’ grandi costruttori di New York City,tra i primi a tirar su i grattacieli che avrebberocaratterizzato la piu’ famosa skyline del mondo.

Alla sua storia e’ dedicato il libro ”Il castellosull’Hudson, Charles Paterno e il sogno americano”(Rubbettino storie) a firma del giornalista Rai, RenatoCantore, che sara’ presentato domani presso il Centro studiamericani di Roma. Il titolo dell’opera fa riferimento al primo sognorealizzato da Paterno a New York: la costruzione, nel puntopiu’ alto di Manhattan, con splendida vista sull’Hudson, diun castello in stile medievale, con trenta stanze,diciassette serre, una piscina coperta, stalle per i cavalli,perfino una fungaia e un antro misterioso che chiamava ”latana di Belzebu”’.

Amico di Giuseppe Prezzolini, Charles regalo’ alla CasaItaliana della Columbia University una biblioteca diventimila volumi, la Paterno Library, ancora oggi uno deipiu’ importanti fondi librari degli Stati uniti sulla storiae la cultura italiana.

Mori’ sul campo di golf di uno dei piu’ esclusivi clubdella contea di Westchester. A sessantotto anni coltivavaancora due sogni: costruire la Paterno Tower, un edificio dinovanta piani, piu’ alto della Tour Eiffel, e scorrazzare lavigilia di Natale sulla Fifth Avenue con una slitta trainatada due coppie di renne che stava allevando nella sua tenutadi campagna.

Un piccolo giardino, il Paterno Trivium, all’incrocio trala 183.ma West, Cabrini Boulevard e Pinehurst Avenue, ricordaancora oggi questa singolare figura di emigrante e il suosogno americano.

com-stt/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su