Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Scuola: manifestazione nazionale sindacati il 28/10 a Roma

colonna Sinistra
Giovedì 24 ottobre 2013 - 12:25

Scuola: manifestazione nazionale sindacati il 28/10 a Roma

(ASCA) – Roma, 24 ott – Lo Snals-Confsal ha indetto – insiemea Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Gilda – unamanifestazione nazionale per esprimere netto dissenso sullapolitica governativa in merito alla scuola e per avanzare leproprie richieste: sblocco del contratto, corresponsionedegli scatti di anzianita’ e soluzione, una volta per tutte,del problema del precariato scolastico. Lo riferisce una notadello Snals in cui si specifica che ”dopo 8 mld di tagli, ilrecente decreto 104 risulta inconcludente (400 ml maldistribuiti e senza nessun investimento sul personale) eoffensivo. Inoltre, la legge di stabilita’ colpisce ilavoratori della scuola in modo ‘speciale’. Infatti -scrivono i sindacati – la loro retribuzione non solo vieneimmiserita dal blocco prorogato del contratto ma vieneaddirittura decurtata dal blocco degli scatti di anzianita’che nella scuola non sono accessori ma parte integrante dellaretribuzione fondamentale La speciale attenzione alla scuolapromessa dal governo ha avuto un esito tristementeparadossale: una doppia penalizzazione. Si tratta di un veroscippo su base legislativa”.

”A questo – scrivono – si aggiunge la manifesta volonta’del governo di non risolvere la distinzione tra organico didiritto e organico di fatto che penalizza la scuolaitaliana.

Sarebbe un passo di civilta’ e di correttezza che, tral’altro, avverrebbe con invarianza di spesa, senza nessuncosto aggiuntivo. Perche’, questo e’ il paradosso, ilprecariato non solo pesa sulla qualita’ della scuola ma costadi piu’ del personale stabilizzato”.

Per il segretario generale Marco Paolo Nigi, ”ci troviamodi fronte a una sostanziale disattenzione della classepolitica verso i reali problemi della scuola, dei giovani edel Paese, a una presa in giro di cui hanno responsabilita’tutti i partiti e una parte degli apparati dello Stato. Aquesto punto dobbiamo dire che il declino cui assistiamo e’voluto e non casuale. La mobilitazione e’ dichiarata e nonescludiamo lo sciopero”.

red/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su