Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Immigrati: Cir, appello a Consiglio Europeo per canali ingresso protetto

colonna Sinistra
Martedì 22 ottobre 2013 - 18:15

Immigrati: Cir, appello a Consiglio Europeo per canali ingresso protetto

(ASCA) – Roma, 22 ott – Alla vigilia del Consiglio Europeodel 23 e 24 ottobre a Bruxelles, il Consiglio Italiano per iRifugiati (Cir) ha inviato oggi una lettera indirizzata aJose’ Manuel Durao Barroso, Presidente della CommissioneEuropea e a Hermann Van Rompuy, Presidente del ConsiglioEuropeo per richiedere che l’apertura di canali di ingressolegale e protetto al territorio dell’Unione per le personeche hanno bisogno di protezione internazionale, sia messaall’attenzione dei Capi di Governo degli Stati Membri nellaprossima conferenza. ”Non e’ piu’ possibile che le persone in fuga da guerre epersecuzioni non abbiano altra scelta per veder riconosciutii loro diritti di protezione che quella di affidare lapropria vita nelle mani di trafficanti”, dichiarano SavinoPezzotta e Christopher Hein, rispettivamente Presidente eDirettore del Cir, ”Siamo ormai consapevoli che ne’ in Libiane’ in altro Paese del Nord-Africa sia possibile presentarerichiesta d’asilo, cosi’ come sappiamo che non vi e’ alcunapossibilita’ di ottenere un visto per l’Europa da unqualsiasi Paese Terzo”, aggiungono.

Dieci anni fa la Commissione Europea presentava unrapporto di fattibilita’ sulle Procedure di Accesso Protetto(PEP) a cui sono seguite numerose comunicazioni da partedella Commissione sulla stessa tematica.

”Oggi, dopo le ultime tragedie di Lampedusa, la recentevisita di Barroso sull’isola, i pronunciamenti del Papa e lastraordinaria attenzione dell’opinione pubblica europea, ilCir si appella al Consiglio Europeo perche’ sentiamo che sianecessario e quanto mai urgente adottare misure alternativedi accesso alla protezione in Europa, quale l’apertura di uncanale umanitario, per evitare che altre persone rischino leloro vite in viaggi disperati via mare”. Mentre sono certamente necessarie misure volte a garantireuna maggior sorveglianza del Mediterraneo e ad accrescere lecapacita’ di soccorso in mare, ”il Cir si augura, insieme amolte altre organizzazioni, che queste vengano corroborate damisure che riducano la necessita’ di affrontare viaggi incondizioni di irregolarita’ e insicurezza per raggiungere lefrontiere europee. L’Unione Europea dovrebbero insistere conpiu’ forza perche’ siano rispettati gli obblighiinternazionali nei Paesi di confine e di transito pergarantire la dignita’ umana e il diritto alla protezione” silegge nel testo della lettera inviata. L’appello del Cir si colloca nella stessa direzione delleproposte presentate il 21 ottobre dal Senatore Luigi Manconi,Presidente della Commissione Diritti Umani del Senato e diGiusy Nicolini, Sindaco di Lampedusa. red-gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su