Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Diabete: nei bambini aumentato dieci volte negli ultimi 30 anni

colonna Sinistra
Lunedì 21 ottobre 2013 - 14:32

Diabete: nei bambini aumentato dieci volte negli ultimi 30 anni

(ASCA) – Roma, 21 ott – Trend in netta crescita del Diabetetipo 1 in Italia: i casi nei piccoli pazienti sono infattiaumentati di dieci volte negli ultimi 30 anni rispetto alletre volte dei casi negli adulti. Peculiare anche ladistribuzione regionale, con il picco in Sardegna (35-40 casiogni 100mila bambini per anno), a cui seguono Liguria eLombardia (con 10-15 casi ogni 100mila bambini per anno)mentre le altre Regioni tra cui Campania, Abruzzo e Molise siassestano su una media di 6 casi ogni 100mila bambini peranno. In Europa invece il primato negativo e’ della Finlandiacon una media di 60-80 casi ogni 100mila bambini per anno.

Sono i dati diffusi al Congresso Mondiale di EndocrinologiaPediatrica svoltosi a Milano. Una patologia complessa chesolo se ben controllata permette una vita normale. ”E’necessario un alto livello di collaborazione da parte dellafamiglia e del bambino dato che il ‘gold standard’ di terapiaprevede comunque misurazioni costanti e 4 infusioni diinsulina al giorno – e’ stato spiegato – . C’e’ da dire chein Italia il SSN garantisce una assistenza di buon livello eche una una indagine europea pubblicata su Diabetes Care ciha messi davanti alla Gran Bretagna per qualita’ dellecure”.

Ma buone notizie arrivano dal sistema di infusione ad ansachiusa con rilevatore wireless di glicemia noto con iltermine di ”pancreas artificiale’ ha mostrato la suaefficacia e sicurezza anche nella popolazione pediatricacosi’ come riportato da uno studio pubblicato sul NewEngland Journal of Medicine e discusso al meeting. Lo studio collegato al Progetto DREAM (Diabetes WirelessArtificial Pancreas Consortium) ha evidenziato un risultatoestremamente promettente, specialmente perche’ la notte e’ ilmomento di maggior rischio per le crisi ipoglicemiche chepossono verificarsi e non vengono identificate. Questo nuovoapproccio permette di controllare gli episodi di ipoglicemianotturna e permettera’ in futuro, grazie all’utilizzo h24liberare i bambini diabetici dalla terapia con iniezioni.

Spiega Francesco Chiarelli, Direttore della ClinicaPediatrica dell’Universita’ di Chieti e Presidente dellaSocieta’ Europea di Endocrinologia Pediatrica (ESPE): ”InItalia la diffusione del sistema di infusione ad ansa chiusapotrebbe rappresentare per i 12mila piccoli pazienti affettidi diabete di tipo 1 la svolta terapeutica e un nettomiglioramento nella qualita’ di vita e il 90% dei genitoriintervistati nell’ambito della ricerca ha dichiarato che sisentirebbe piu’ sicuro applicando questo sistema durante lanotte”. red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su