Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Benedetto XVI: Xuereb, rapporto specialissimo con i collaboratori

colonna Sinistra
Sabato 19 ottobre 2013 - 11:21

Benedetto XVI: Xuereb, rapporto specialissimo con i collaboratori

(ASCA) – Pordenone, 19 ott – Il ”valore primaziale dellapersona” papa Benedetto XVI lo dimostrava fin nel rapporto”specialissimo” con i collaboratori ed i dipendenti delVaticano. Lo ha spiegato mons. Alfred Xuereb, gia’ officialedella segreteria particolare di papa Benedetto XVI, in unconvegno a Pordenone, nell’ambito della settimanad’iniziative della ”Libreria Editrice Vaticana”. ”Uno degli appuntamenti fissi era la recita del rosario,davanti alla grotta di Lourdes nei giardini vaticani. Ricordo un giorno d’inverno in cui si rivolse al gendarmechiedendogli: lei e’ vestito abbastanza contro questofreddo’? E una volta saputo che si chiamava Giuseppe,commento’ con lui: bello, si chiama come me, siamocolleghi”. Altro aneddoto. Salta l’appuntamento col Rosarionei giardini di Castel Gandolfo. Il segretario Xuereb loattendeva.

”Se fossi in convento, dovrei fare penitenza” si scuso’il papa, che il giorno successivo chiese scusa ancheall’autista per averlo aspettato inutilmente. ”I gesti di raffinata sensibilita’ erano all’ordine delgiorno” ha raccontato Xuereb.

Aveva ”compassione”, ad esempio, per i fotografi chedovevano correre, nei viaggi pontifici, per riprenderlo.

Negli incontri con il clero romano, gli venivano poste, avolte, domande improprie, che magari facevano rumoreggiareanche i presenti, ma ”papa Benedetto non rimaneva perturbatoe con grande maestria riusciva a raccogliere un concetto pertirar fuori il meglio da chi aveva parlato”. ”Specialissimo” anche il rapporto con il fratello Georg.

”I momenti di condivisione con il fratello sono commoventi enon possono non accrescere i sentimenti di grandeapprezzamento” ha rilevato Xuereb, ricordando fra l’altroquanto Benedetto ebbe a dire del fratello a Castelgandolfo,il 21 agosto 2008: ”E’ sempre stato per me una guida sicura,l’ho sempre cercato per i suoi saggi consigli e sempreammirato per i suoi buoni esempi”. Nel palazzo apostolicopapa Benedetto ”ci teneva tanto a creare un clima difamiglia”, tanto – ha detto Xuereb – che ”mi faceva spessodelle domande personali: il lunedi’ mattina mi chiedevanotizie della mia squadra del cuore, quando andavo a trovarela famiglia mi invitava a portare i saluti alla mamma. ”Dopoun intervento chirurgico, nel 2010, mi aiuto’ ad alzarmidalla sedia perche’ mi vedeva in difficolta’, una volta miaiuto’ lui stesso a sistemarmi il cappotto”.

fdm/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su