Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Lazio: Vincenzi (Pd), interrogazione su conflitto interessi per M5S

colonna Sinistra
Venerdì 18 ottobre 2013 - 14:17

Lazio: Vincenzi (Pd), interrogazione su conflitto interessi per M5S

(ASCA) – Roma, 18 ott – Il capogruppo del Partito Democraticoin Consiglio regionale, Marco Vincenzi, ha presentatoun’interrogazione a risposta scritta in merito alla”situazione dipendenti staff di supporto dei portavoceregionali 5 Stelle”.

”Premesso che – scrive Vincenzi nell’interrogazione – ilGruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle ha assunto pressolo Staff di supporto dei Portavoce Regionali due dipendenti,avvocato P. M. e avvocato A. C., selezionati attraverso unBando pubblico dove si legge che ”il personale sara’ assuntocome dipendente del Consiglio Regionale e verra’ inquadratonelle posizioni contrattuali/economiche previste dal CCNL disettore” e che inoltre l’ avvocato P. M. era candidato nelleliste del Movimento 5 Stelle alle elezioni regionali delLazio senza essere poi eletto”. ”Dagli atti depositatipresso la Corte dei Conti (un esposto contro gli Atti delSegretario Generale e uno contro il Vicesegretario Generale)e al Tar del Lazio (un ricorso sul rispetto delle quote rosanella Presidenza del Consiglio regionale del Lazio)risulterebbe che i due avvocati sarebbero gli stessipatrocinanti dei ricorsi depositati contro la RegioneLazio”. ”Se i due avvocati fossero gli stessi dipendentidell’ufficio di supporto dei portavoce regionali 5 stelle -prosegue il testo dell’interrogazione – si paleserebbe uncaso peraltro vietato dalla legge che all’art. 18 della Leggen. 247 del 31/12/2012, lettera d, prevede che la professionedi Avvocato sia incompatibile ”con qualsiasi attivita’ dilavoro subordinato anche se orario di lavoro limitato”. Sitratterebbe di un palese conflitto di interessi visto che gliAvvocati P.M. e A. C.

non potrebbero per legge patrocinare in giudizio ricorsicontro l’amministrazione pubblica, in questo caso la RegioneLazio, del cui gruppo consiliare, finanziato dalla stessaRegione Lazio, sono dipendenti”. Si chiede quindi alpresidente del Consiglio regionale di sapere ”Se gli ufficidel Consiglio hanno verificato la posizione dei duedipendenti, nonche’ avvocati e per sapere, nel caso, qualiprovvedimenti intende assumere nel merito”. bet/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su