Header Top
Logo
Mercoledì 18 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma: arrestato medico dirigente ospedale S. Andrea per concussione

colonna Sinistra
Giovedì 17 ottobre 2013 - 09:53

Roma: arrestato medico dirigente ospedale S. Andrea per concussione

(ASCA) – Roma, 17 ott – Costringeva i tirocinanti a turnimassacranti in corsia, in cambio ”scontava” loro,falsificando i registri, ore di formazione in sala operatoriaobbligatorie per conseguire il diploma di specializzazione inmedicina. Per tali ragioni questa mattina i carabinieri del Nas diRoma hanno arrestato, ai domiciliari, un medico ”dirigenteapicale” – come precisa una nota – dell’ospedale ‘S. Andrea’di Roma ed eseguito perquisizione a carico di altri mediciindagati.

L’indagine – coordinata dalla procura di Roma,(procuratore aggiunto Francesco Caporale, sostitutiprocuratore Rosalia Affinito e Elisabetta Ceniccola) – hainfatti accertato come nell’anno 2012, presso la Scuola dispecializzazione universitaria, alcuni medici specializzandiabbiano superato con successo l’esame finale senza avereffettuato tutte le attivita’ di praticantato in salaoperatoria, ritenute obbligatorie per l’adeguata formazioneprofessionale.

Il medico arrestato ricopre anche un anche un ruolodirettivo presso la Scuola universitaria in questione edovra’ ora rispondere dei reati di concussione,falsificazione ideologica e materiale di atti pubblici eviolenza privata.

In base alle accuse, infatti, il dirigente, con lacollaborazione di tre colleghi dello stesso reparto(anch’essi indagati), attraverso la falsificazione deiregistri operatori e dei libretti universitari, avrebbeconsentito agli specializzandi di ottenere la necessariadocumentazione comprovante le attivita’ pratico-formativealle quali, in realta’, non avevano mai preso parte.

Come contropartita, il medico, abusando del suo ruolo,avrebbe costretto i tirocinanti a svolgere turni di lavoromassacranti, anche di 24 ore consecutive, a sostenereindebitamente turni di reperibilita’ e a presidiare ilreparto di Terapia intensiva, nell’arco notturno, anche inassenza di anestesisti e di medici ”strutturati”. Tale comportamento coercitivo, avrebbe permesso aldirigente di gestire, nel tempo, reparti ospedalieri incompleta autonomia operativa, accreditandosi indebitamentecome coordinatore efficiente e virtuoso.

com-stt/cam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su