Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Poverta’: don Ciotti (Libera), si combatte con giustizia sociale

colonna Sinistra
Mercoledì 16 ottobre 2013 - 15:49

Poverta’: don Ciotti (Libera), si combatte con giustizia sociale

(ASCA) – Roma, 16 ott – ”La lotta alla poverta’ parte dallagiustizia sociale, da politiche che favoriscono la dignita’delle persone, senza eccezioni ne’ discriminazioni.

Parte dai diritti che stanno a fondamento di ogni societa’che voglia dirsi civile: il lavoro, la casa, l’istruzione,l’assistenza sanitaria. Ma non bisogna dimenticare accantoalla poverta’ materiale, quelle immateriali: la poverta’ disenso, la poverta’ culturale, la poverta’ politica. Ilrisanamento economico non puo’ prescindere da un profondorinnovamento etico, da un superamento degli egoismi, dalriconoscimento dei legami sociali. Avremo vinto la poverta’non solo quando saremo liberi dal bisogno, ma quando avremoscoperto che la liberta’, come la speranza, sono benicollettivi, che tocca a ciascuno di noi promuovere ediffondere”. Questo il pensiero di don Luigi Ciotti,presidente nazionale Gruppo Abele e Libera alla vigilia della17esima giornata mondiale della lotta contro la poverta’, inun’Italia in cui sono 9 milioni e 563 mila le persone incondizioni di poverta’ relativa, cioe’ costrette a vivere conmeno di 506 euro al mese. A questi si sommano 4 milioni e 814mila persone che si trovano addirittura in poverta’ assoluta,nell’indigenza. Inoltre il 7% dei minorenni italiani vive incondizione di poverta’ assoluta. Sono 723 mila ragazzi le cuipercorsi sono stati ingiustamente interrotti, per i quali leistituzioni non offrono speranze.

Ma c’e’ anche la poverta’ culturale: con 6 milioni dipersone analfabete, con l’Italia agli ultimi posti in Europaper abbandono scolastico. Sei famiglie su dieci in seguitoalle difficolta’ economiche hanno ridotto la quantita’ e laqualita’ del carrello della spesa alimentare. Il picco siregistra ancora una volta al sud, con quasi il 73%. Inoccasione della Giornata Mondiale della lotta contro laPoverta’ che si celebra giovedi’ 17 ottobre il Gruppo Abelepromuove ‘Miseria Ladra’ la campagna nazionale contro tuttele forme di poverta’ sostenuta da Libera.

Con ‘Miseria Ladra’, si propongono dieci punti concretisui quali unire gli sforzi di tutte e tutti per rendereillegale la poverta’: la ricostituzione del fondo sociale eper la non autosufficienza, completamente azzerati; unamoratoria dei crediti di equitalia e bancari per chi e’ indifficolta’; subito i pagamenti per chi fornisce servizi,beni e prestazioni; un’agricoltura sociale, riconversioneecologica delle attivita’ produttive attraverso i tagli allespese militari, alle grandi inutili opere e abolendo i Cie;la sospensione degli sfratti esecutivi; destinare ilpatrimonio immobiliare sfitto e quello requisito allacriminalita’ per usi sociali ed abitativi; riconoscere laresidenza ai senza fissa dimora per garantirgli l’accesso alservizio sociosanitario; reddito minimo di cittadinanza;difesa dei beni comuni e ripubblicizzazione dei servizibasici essenziali e, infine, la rinegoziazione del debito.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su