Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Papa: alla Fao, superare logica sfruttamento selvaggio creato

colonna Sinistra
Mercoledì 16 ottobre 2013 - 11:50

Papa: alla Fao, superare logica sfruttamento selvaggio creato

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 16 ott – ”Ripensare erinnovare i nostri sistemi alimentari, in una prospettivasolidale, superando la logica dello sfruttamento selvaggiodel creato ed orientando meglio il nostro impegno dicoltivare e custodire l’ambiente e le sue risorse pergarantire la sicurezza alimentare e per camminare verso unanutrizione sufficiente e sana per tutti”. A chiederlo e’papa Francesco in un messaggio inviato in occasione dellaGiornata mondiale dell’Alimentazione, che quest’anno ha pertema: ”Sistemi alimentari sostenibili per la sicurezzaalimentare e la nutrizione”. Nel messaggo, inviato al Direttore Generaledell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione el’Agricoltura (Fao), Jose’ Graziano da Silva, papa Francescoparla di ”scandalo che ci sia ancora fame e malnutrizionenel mondo! Non si tratta solo di rispondere ad emergenzeimmediate, ma di affrontare insieme, a tutti i livelli, unproblema che interpella la nostra coscienza personale esociale, per giungere ad una soluzione giusta e duratura”.

”Nessuno – ha poi aggiunto il papa – sia costretto alasciare la propria terra e il proprio ambiente culturale perla mancanza dei mezzi essenziali di sussistenza!”.

Il pontefice nota poi come ”paradossalmente, in un’epocain cui la globalizzazione permette di conoscere le situazionidi bisogno nel mondo e di moltiplicare gli scambi e irapporti umani, sembra crescere la tendenzaall’individualismo e alla chiusura in se stessi, che porta adun certo atteggiamento di indifferenza – a livello personale,di Istituzioni e di Stati – verso chi muore per fame o soffreper denutrizione, quasi fosse un fatto ineluttabile”. ”Ma fame e denutrizione – aggiunge subito Francesco – nonpossono mai essere considerati un fatto normale al qualeabituarsi, quasi si trattasse di parte del sistema. Qualcosadeve cambiare in noi stessi, nella nostra mentalita’, nellenostre societa”’. ”Penso sia necessario oggi piu’ che mai educarci allasolidarieta’, – scrive ancora papa Bergoglio – riscoprire ilvalore e il significato di questa parola cosi’ scomoda emessa molto spesso in disparte e fare che diventiatteggiamento di fondo nelle scelte a livello politico,economico e finanziario, nei rapporti tra le persone, tra ipopoli e tra le nazioni. Solo se si e’ solidali in modoconcreto, superando visioni egoistiche e interessi di parte,anche l’obiettivo di eliminare le forme di indigenzadeterminate dalla mancanza di cibo potra’ finalmente essereraggiunto”. gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su