Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ue: Cia, aria inquinata per 9 cittadini su 10, ridurre con agricoltura

colonna Sinistra
Martedì 15 ottobre 2013 - 19:22

Ue: Cia, aria inquinata per 9 cittadini su 10, ridurre con agricoltura

(ASCA) – Roma, 15 ott – In Ue oltre 9 persone su 10 chevivono in citta’ sono costrette a respirare un’aria con unaquantita’ di inquinanti che supera le soglie suggeritedall’Organizzazione mondiale della sanita’. E l’Italia, inparticolare il Nord, risulta essere tra i paesi piu’ colpiti,soprattutto per i livelli problematici di ozono. Per questoserve piu’ agricoltura: aumentare gli spazi verdi nei centriurbani e nelle aree periurbane contribuisce a ridurre smog einquinamento. Lo afferma la Cia-Confederazione italianaagricoltori, commentando al rapporto dell’agenzia europeadell’ambiente (Eea) diffuso oggi.

Il contributo che il settore primario puo’ fornire permigliorare la qualita’ dell’aria e’ fondamentale: bastipensare che un solo ettaro di terreno coltivato o boschivoassorbe oltre 2 tonnellate annue di anidride carbonica eproduce una tonnellata annua di ossigeno -ricorda la Cia-. Maquesto non ha impedito che in meno di vent’anni lacementificazione selvaggia divorasse quasi 2,2 milioni diettari di terreno agricolo in tutt’Italia.

Ma i dati allarmanti sui livelli di polveri sottilipresenti nelle citta’, nel nostro Paese come all’estero, cidicono che e’ tempo di invertire la marcia. Bisognaincoraggiare e sostenere la nascita di nuovi angoli di verdee orti urbani, oltre a promuovere una condottaeco-compatibile, ad esempio attraverso l’uso dei mezzipubblici e della bici al posto di auto e moto. Soprattutto,per diminuire l’inquinamento, bisogna dire basta al consumodi suolo agricolo e difenderlo da abusivismo e urbanizzazioneincontrollata, che estendono le metropoli a dismisuracancellando senza sosta campagne e terre coltivate.

red/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su