Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Immigrati: Cir, no furto di stato di ‘8×1000’ destinato a rifugiati

colonna Sinistra
Lunedì 14 ottobre 2013 - 16:30

Immigrati: Cir, no furto di stato di ‘8×1000’ destinato a rifugiati

(ASCA) – Roma, 14 ott – Temendo un ”furto di stato” ilconsiglio italiano per i Rifugiati (Cir) rivolge un appelloal presidente del Consiglio affinche’ il fondo che icittadini devolvono, attraverso il loro otto per mille, adinterventi di sostegno per la fame nel mondo, le calamita’naturali, l’assistenza ai rifugiati e la conservazione dibeni culturali, non venga destinato ad altre finalita’.

”Sono diversi anni che i fondi dell’otto per millevengono sottratti alle aree di intervento fissate dallanormativa e impiegate per altre finalita”’, premette in unanota Savino Pezzotto, presidente Cir. ”Crediamo – aggiunge -che quest’anno in cui l’emergenza rifugiati si sta facendo digiorno in giorno piu’ drammatica non possiamo correre questorischio. Bisogna ricordare che non ci sono fondi alternativia copertura degli interventi di assistenza finanziati dall’8per mille per l’assistenza ai rifugiati: se non verrannodestinati fondi a questi progetti, mancheranno totalmente lerisorse per dare risposte a bisogni essenziali”. La procedura per l’istruttoria – illustra il comunicato -e’ lunga: dal 15 marzo, data limite per la presentazione deiprogetti, al 30 novembre quando il presidente del Consiglioadotta il decreto di ripartizione. Questo percorso prevedeanche una fase di valutazione dei progetti ed ilcoinvolgimento delle Commissioni Bilancio del Parlamento.

Negli ultimi anni e’ accaduto piu’ volte che i fondi, gia’approvati in sede tecnica, siano stati alla fine dell’annodirottati per coprire quelle che, di volta in volta, idiversi governi hanno considerato come ”emergenze” che nonpotevano essere affrontate attraverso il bilancio statale:dall’edilizia carceraria; al salvataggio di Alitalia, allamissione militare in Afghanistan.

”Temiamo il ‘furto’ di stato anche quest’anno”, affermada il direttore Cir, Christopher Hein. ”Ma – sottolinea -dobbiamo ricordare che i cittadini italiani hanno scelto didevolvere l’otto per mille proprio a quelle aree diintervento previste dalla normativa vigente, non e’ giustoche lo stato utilizzi e disponga di questi fondi in modidiversi. Inoltre, la nuova normativa che entrera’ in vigoreil prossimo anno ha confermato le stesse aree di intervento,dopo che le commissioni Bilancio del parlamento hannoinsistito affinche’ i fondi siano esclusivamente utilizzati aquesti e non ad altri scopi, un segno dell’importanza di talipriorita”’, conclude Hein.

com-stt/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su