Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Fao: Cantini (Dgcs), sicurezza alimentare, ripartiamo dai contadini

colonna Sinistra
Venerdì 11 ottobre 2013 - 15:22

Fao: Cantini (Dgcs), sicurezza alimentare, ripartiamo dai contadini

(ASCA) – Roma, 11 ott – Non e’ possibile evitare di”ripensare e riorientare l’approccio complessivo allasicurezza alimentare, tenendo nel debito conto i sistemialimentare nella loro complessita”’. E questo significa, trale altre cose, ”fornire assistenza ai piccoli contadini,pilastri dello sviluppo economico in molti Paesi in via disviluppo, e facilitare il loro accesso ai mercati, inparticolare a livello locale e regionale”. E’ la posizionedel Direttore generale della Cooperazione allo Sviluppoitaliana Giampaolo Cantini, in vista dell’evento ”FoodSecurity through Commercialization of Agriculture Programmeat the forefront of the New FAO Strategic Objective 4 oninclusive and efficient”, l’evento di alto livello che laFAO organizza lunedi’ 14 ottobre, dalle ore 10.00 presso ilsuo quartier generale di Roma, (Sheik Zayed MultimediaCentre, Atrium), alla presenza del Direttore Generale stessoe dell’ospite, il direttore generale della Fao Jose’ Grazianoda Silva. Il tema i ”Sistemi alimentari sostenibili per la sicurezzaalimentare e la nutrizione” sara’ al centro della Food Week2013 e della Giornata Mondiale dell’Alimentazione (16ottobre), perche’ ad oggi sono quasi 870 milioni le personenel mondo che soffrono di malnutrizione cronica, e modelli disviluppo non sostenibili stanno degradando l’ambientenaturale, minacciando gli ecosistemi e la biodiversita’ dicui abbiamo bisogno per le provviste alimentari future.

L’incontro di lunedi’, cui parteciperanno ancherappresentanti dei Governi dei Caraibi, dell’AmericaCentrale, dell’Africa Orientale e Occidentale, sara’l’occasione in cui confrontarsi anche sull’efficacia delcontributo italiano al Trust fund globale per la sicurezzaalimentare (GTFS), in particolare attraverso il programma”Food Security through Commercialization of Agriculture”(FSCA) che ha investito da allora oltre 50 milioni di dollaria sostegno dei sistemi agricoli e del loro aggancio aimercati in ben 34 Paesi che, stando ai dati Fao, risultanoaver migliorato la loro sicurezza alimentare e il redditolegato alle attivita’ rurali.

Winston Magloire, l’esperto del ministero dell’Agricolturadella Dominica che interverra’ all’incontro di lunedi’ haspiegato all’ASCA che ”i successi del programma nel Paesecomprendono la promozione dello sviluppo delle filiere maanche il rafforzamento istituzionale sia a livello locale,sia nazionale”. E Jorge Alberto Salinas Rodri’guez,Direttore dell’Ufficio Pianificazione e Politiche pubblichedel Ministero dell’Agricoltura di El Salvador checontribuira’ anch’egli all’evento, ha aggiunto che il Pianoper l’Agricoltura Familiare (Paf) del suo Governo, sostenutodal fondo, oltre ad essere la principale politica pubblicadel settore agricolo e dell’allevamento del Paese, ”con ilprogetto Agrocadenas e’ riuscito a formare ben 186 tecnicioggi attivamente al lavoro sulla gestione delle filiere, ladistribuzione, gli accordi commerciali, la logistica, sia alivello nazionale sia internazionale”, contribuendo in mododeterminante al miglioramento delle condizioni di vita dellecomunita’ coinvolte”.

Per questo motivo, ha concluso Cantini ”e’ cruciale checi impegniamo a sostenere approcci innovativinell’eradicazione della malnutrizione e nella promozionedella sicurezza alimentare”. E l’incontro di lunedi’ sara’un’occasione per presentare e confrontare i piu’ efficaci.

sis/gbt/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su