Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: Irccs Mario Negri, Beclometasone non efficace per broncospasmo

colonna Sinistra
Mercoledì 9 ottobre 2013 - 10:41

Salute: Irccs Mario Negri, Beclometasone non efficace per broncospasmo

(ASCA) – Milano, 9 ott – Il Beclometasone, farmaco prescrittoogni anno a 2 milioni di bambini e adolescenti italiani, haun’efficacia modesta nel prevenire la comparsa dibroncospasmo (wheezing) durante un’infezione virale delle vieaeree superiori (il cosiddetto ‘fischio’) in bambini cheavevano avuto episodi in passato e che erano percio’ arischio di ricaduta. Un ”fischio’ frutto di una contrazioneanomala della muscolatura liscia dei bronchi che, comeconseguenza, determina un restringimento della spazioall’interno delle vie respiratorie. Analogamente, anche lariduzione dei sintomi e’ risultata modesta.

Questo, in sintesi, il risultato dello studio ”Efficaciadel beclometasone versus placebo nella profilassi delwheezing virale in eta’ prescolare (ENBe)” finanziatodall’Agenzia Italiana del Farmaco e coordinato dalLaboratorio per la Salute Materno Infantiledell’IRCCS-Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri incollaborazione con l’Associazione Culturale Pediatri (ACP).

Il farmaco attivo ha ridotto del 4% (dall’11 al 7%)l’incidenza del wheezing rispetto al placebo, ma ladifferenza non e’ risultata significativa sia dal punto divista clinico che statistico. ”Nonostante il beclometasonesia un farmaco antiasmatico, in Italia si caratterizza peressere prescritto principalmente per curare raffreddore,tosse e mal di gola.

Nello studio ENBe non sono state osservate differenze neitempi di scomparsa dei sintomi di infezione – spiega AntonioClavenna, ricercatore dell’Irccs-Istituto di RicercheFarmacologiche Mario Negri che ha coordinato lo studio – eanche i genitori, che non erano a conoscenza del tipo diterapia ricevuta dal figlio, hanno giudicato come efficacesia il trattamento con il farmaco che con il placebo”. Laterapia ricevuta non ha, inoltre, modificato in modosignificativo la probabilita’ di essere visitati nuovamentedal pediatra, di accedere al Pronto Soccorso, o di esserericoverati in ospedale.

com-fcz/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su