Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Lazio: Zingaretti, sbloccati altri fondi per P.A., oltre 1,3 mld euro

colonna Sinistra
Venerdì 4 ottobre 2013 - 16:09

Lazio: Zingaretti, sbloccati altri fondi per P.A., oltre 1,3 mld euro

(ASCA) – Roma, 4 ott – La Regione Lazio ha sottoscritto oggicon il ministero dell’Economia e delle Finanze, dipartimentodel Tesoro, il contratto che sblocca la seconda tranche di1.363 milioni di euro per i pagamenti dei debiti non sanitaricon le imprese e gli enti locali, nell’ambito del DL 35/2013sul pagamento dei debiti della pubblica amministrazione. Taletranche, originariamente prevista per l’anno 2014, e’ stataanticipata al 2013 per effetto delle disposizioni contenutenel D.L. 102-2013. ”L’anticipazione della seconda tranche dipagamenti dei debiti contratti nel corso degli anni e ancoranon pagati e’ un’ottima notizia per le imprese e icittadini”. Lo afferma il presidente della Regione Lazio,Nicola Zingaretti.

”Gia’ alla fine di quest’anno – continua Zingaretti – avremorestituito quasi 4 miliardi di euro di liquidita’. Stiamorispettando pienamente l’impegno assunto all’iniziodell’estate: abbattere il debito della Regione, riqualificareil bilancio, ridurre le spese e immettere, in tempi rapidi,nuova energia nel motore del sistema produttivo del Lazio”.

”Con lo sblocco della seconda tranche di risorse – affermal’Assessore al Bilancio Alessandra Sartore – le risorseliquide gia’ immesse dalla Regione Lazio nel tessutoeconomico e produttivo regionale ammontano gia’ a 3.120milioni di euro. A breve e’ attesa anche l’erogazione dellaseconda tranche di anticipazioni di liquidita’ da destinareal pagamento dei debiti del settore sanitario, pari a 665milioni di euro”. Non appena le somme saranno effettivamenteerogate, l’Amministrazione potra’ effettuare il pagamento difornitori ed enti territoriali entro i successivi 30 giorniper i fondi ordinari ed entro 60 giorni per i fondi perenti.

L’anticipazione sara’ finalizzata a saldare i crediti certi,liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2012, secondo un pianodei pagamenti che da’ priorita’ ai debiti piu’ anziani eriguarda, per almeno due terzi, residui passivi, ancheperenti, nei confronti di enti locali. bet/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su