Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Lucchini: diecimila in corteo a Piombino contro spegnimento altoforno

colonna Sinistra
Giovedì 3 ottobre 2013 - 12:38

Lucchini: diecimila in corteo a Piombino contro spegnimento altoforno

(ASCA) – Firenze, 3 ott – Diecimila lavoratori in piazza, aPiombino, per dire no allo spegnimento dell’altoforno dellaLucchini. Per stamani, dalle 8 alle 12, Cgil, Cisl e Uilavevano indetto uno sciopero generale in citta’. Intorno alle9 un corteo e’ partito da largo Caduti del Lavoro e haraggiunto piazza Bovio per i comizi finali dei segretarigenerali Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e LuigiAngeletti.

”L’industria nazionale ed europea – afferma il presidentedella Regione Toscana Enrico Rossi, intervenuto allamanifestazione – ha ancora bisogno di acciaio. Per questocombatteremo fino in fondo la battaglia per dare un futuroall’industria siderurgica attraverso la conversione ecologicadegli impianti. La siderurgia italiana non morira’ aPiombino”.

”Il governo – ha detto il segretario generale della Cisltoscana, Riccardo Cerza – non deve essere timido. Siacoraggioso e concreto e metta mano a quella politicaindustriale ed energetica senza la quale il Paese non sisalva e non si salva neppure Piombino. Anche oggi si dimostrache il territorio e tutta la Toscana sono uniti – e non e’cosa usuale –  sul da farsi: l’altoforno non va spento ora,ma deve andare avanti fino al dicembre 2015, per consentiredi trovare un imprenditore che possa riconvertirel’azienda”.

afe/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su