Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Immigrati: sale bilancio morti sbarco Lampedusa, anche donne e bambini

colonna Sinistra
Giovedì 3 ottobre 2013 - 10:33

Immigrati: sale bilancio morti sbarco Lampedusa, anche donne e bambini

(ASCA) – Roma, 3 ott – ”Sono gia’ 25 i morti recuperati, traessi vi e’ un bambino di circa 3 anni e una donna incinta”.

Lo ha detto ai microfoni di Skytg24 Giusi Nicolini,sindaco di Lampedusa, tracciando il bilancio ancoraprovvisorio dell’ennesimo dramma del mare che ha visto, alleprime ore del mattino, un barcone con circa 500 migranti abordo capovolgersi a mezzo miglio dall’Isola dei conigli.

Bilancio che si aggrava di minuto in minuto, e si parlagia’ di oltre 50 cadaveri, mentre prosegue incessante lamacchina dei soccorsi, a soli 4 giorni la tragedia di scicliin cui persero la vita 13 migranti. ”Uno scafista e’ stato arrestato”, ha aggiunto ilsindaco che parla di ”tragedia immensa” e di ”orrore”. Il sindaco ha aggiunto nuovi dettagli in merito alladinamica del naufragio del quale si osno accorti tra i primii turisti a bordo di imbarcazioni attraccate nei pressi dellacosta, attratti dalle urla della gente finita in mare.

”Non riuscivano a telefonare e quindi, avendo visto 3pescherecci, hanno accesso dei fuochi per farsi notare. Ma labarca perdeva carburante e con tutta quella gente a bordo e’bastato poco per farla ribaltare”, ha riferito Nicolini. Ancora non accertata la provenienza dei migranti,probabilmente eritrei. ”Sono in stato di shock e si procedeper gradi: in questo momento e’ piu’ importante interrogarlisulla dinamica dell’incidente, il numero di gente a bordo,gli elementi utili ai soccorsi”, ha aggiunto ancora ilsindaco di Lampedusa. Al momento sono circa 120 le personesoccorse ”alcune trasferite al pronto soccorso altre alcentro di accoglienza” dell’isola, come indicato daNicolini. ”Non so cosa dire”, ha affermato sconvolta daquesta nuova tragedia del mare. stt/cam

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su