Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Immigrati: Arci, lutto nazionale morti Lampedusa. Stop relazioni Libia

colonna Sinistra
Giovedì 3 ottobre 2013 - 16:57

Immigrati: Arci, lutto nazionale morti Lampedusa. Stop relazioni Libia

(ASCA) – Roma, 3 ott – Dopo la tragedia del naufragio aLampedusa in cui sono morti almeno 94 migranti Arci denuncia”l’ipocrisia della classe politica” e ”chiede che in tuttoil paese si proclami una giornata di lutto nazionale” e che”vengano sospesi tutti gli accordi bilaterali sottoscrittidall’Italia con i paesi del nord africa, a cominciare daquello con la Libia”.

”Dov’erano – si interroga l’associazione – le motovedettedi Frontex, il sistema di avvistamento in mare volutodall’Ue, che oltre a garantire l’inviolabilita’ dellefrontiere europee, nelle intenzioni di chi lo ha ideato efinanziato, dovrebbe, almeno sulla carta, intervenire ancheper operazioni di salvataggio in mare?”.

”Cosa deve ancora succedere – si legge ancora – perche’il governo si decida a cambiare radicalmente rottasull’immigrazione, rendendo finalmente possibili gli ingressilegali in Italia e consentendo a chi arriva per chiedereprotezione di farlo in sicurezza?. Si additano giustamentegli scafisti come spregevoli trafficanti, ma non ci siinterroga sul perche’ i profughi, per arrivare in Europa,non hanno altra possibilita’ se non quella di affidarsi aloro, pagando cifre enormi”.

Arci denuncia quindi ”l’ipocrisia di una classe politicache in tutti questi anni non ha messo mano a una legislazioneche riminalizza i migranti, non si occupa della lorosicurezza, non prende misure per garantire un’accoglienzadignitosa e ora si dice addolorata e’ diventata davverointollerabile”. ”Chiediamo – prosegue l’Arci – che vengano immediatamenteadottate le misure necessarie a garantire un’accoglienzadignitosa e rispettosa dei diritti umani per le persone chesbarcano sulle nostre coste. Non si puo’ scaricare sulla solacomunita’ di Lampedusa la gestione degli arrivi.Chiediamo cheil governo italiano proponga con forza all’Europa di aprireun corridoio umanitario per i profughi siriani e per quantiarrivano dai paesi del corno d’africa per chiedereprotezione. Questa strage deve finire. Vogliamo potercisentire cittadini di un paese che rispetti i valori diumanita’ e civilta”’.

com-stt/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su