Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Clima: Wwf, cambiamenti senza precedenti. Basta ‘energia sporca’

colonna Sinistra
Venerdì 27 settembre 2013 - 17:20

Clima: Wwf, cambiamenti senza precedenti. Basta ‘energia sporca’

(ASCA) – Roma, 27 set – Il cambiamento climatico staavanzando sempre piu’ velocemente, piu’ intensamente e, inmolti casi, a un ritmo senza precedenti, secondo il rapportopreparato dall’autorevole Panel dell’Onu sui cambiamenticlimatici (Ipcc) e questo richiede un’azione immediata. Lodenuncia il Wwf in una nota chiedendo ai governi di”smettere di investire in energia sporca”. ”La comunita’ scientifica internazionale ci documenta constraordinaria ricchezza di dati che i cambiamenti climaticiin atto stanno accelerando e che il ruolo dell’interventoumano e’ certo. Da quando l’ Ipcc ha pubblicato il suo ultimogrande rapporto nel 2007, la fusione dei ghiacciai terrestrie l’innalzamento del livello del mare hanno acceleratosensibilmente; le perdite di ghiacci marini artici sono piu’elevate rispetto a quanto si era previsto originariamente ehanno raggiunto livelli preoccupanti; inoltre l’ultimodecennio e’ stato il piu’ caldo dal 1850”, dichiaraGianfranco Bologna, direttore scientifico del Wwf Italia.

In particolare, i risultati che mostrano i principaliimpatti sui nostri oceani destano una reale preoccupazione,poiche’ per oltre un miliardo di persone che vive e dipendedagli oceani, questi rappresentano la loro principale fontedi cibo e di mezzi di sussistenza. L’acidificazione deglioceani e’ aumentata dal 1900 di quasi il 30% ed e’probabilmente oggi piu’ forte da milioni di anni. ”La CO2 che si dissolve negli oceani viene principalmentedalla combustione di combustibili fossili e puo’ distruggereun ecosistema gia’ fragile in modo quasi irreversibile, sel’umanita’ non dovesse riuscire a passare alle energierinnovabili nel piu’ breve tempo possibile” sostieneBologna. Oceani sempre piu’ caldi e acidi sono dannosi per ipesci, le barriere coralline e la maggior parte degliecosistemi marini.

Spetta a tutti i settori della societa’, compresi igoverni, agire ora sui fatti e sugli studi scientificipresentati in questo rapporto, che e’ passato attraverso unprocesso senza precedenti di revisione.

”La comunita’ scientifica, pur continuando la discussionesulle possibili evoluzioni e implicazioni del cambiamentoclimatico, ha messo di fronte ai governi e a tutta la classedirigente mondiale un consenso senza precedenti sullanecessita’ di agire e cercare di scongiurare impattispaventosi. Sappiamo che la maggior parte dell’inquinamentoche causa il cambiamento climatico viene dalla combustione dicombustibili fossili”, afferma Mariagrazia Midulla,responsabile Clima ed Energia del Wwf Italia. In tale quadro, il Wwf ”chiede ai governi e agliinvestitori di smettere di investire nell’energia sporca efavorire una transizione giusta e veloce investendomassicciamente nelle fonti rinnovabili”. com-stt/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su