Header Top
Logo
Sabato 23 Settembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanita’: Simpef, non rimandabile rinnovo contratto pediatri di famiglia

colonna Sinistra
Giovedì 26 settembre 2013 - 13:21

Sanita’: Simpef, non rimandabile rinnovo contratto pediatri di famiglia

(ASCA) – Milano, 26 set – Un ”fermo sollecito al ministrodella Salute, Beatrice Lorenzin, gia’ dimostratasi attentainterprete delle tematiche assistenziali riguardanti l’eta’evolutiva, al Comitato di settore per la Sanita’ e alla Sisacad attivarsi, per le parti di rispettiva competenza, al finedi assicurare attraverso lo strumento contrattuale unriordino del sistema di cure pediatriche territoriali, la cuiassenza rischia di disorientare i protagonisti della triadepediatra-bambino-famiglia”. Lo ha espresso – riferisce unanota – il Consiglio nazionale del Sindacato medici pediatridi famiglia (Simpef) a conclusione dei lavori del 3*Congresso nazionale svoltosi lo scorso fine settimana aMilano.

”Se la garanzia del massimo impegno professionale e’ basenon solo etica dell’attivita’ professionale dei pediatri difamiglia, il mancato adeguamento delle normative alle mutateesigenze assistenziali, impone livelli di attivita’prevedibilmente non a lungo sostenibili”, recita ildocumento conclusivo di Simpef sottolineando come ”non siapiu’ rimandabile l’attivazione delle procedure per l’avviodelle trattative per il rinnovo dell’Accordo collettivonazionale per la pediatria di famiglia”.

Da parte sua, Simpef ”assicura il massimo impegno deipediatri di famiglia al mantenimento dell’ottimo livello diassistenza in favore dei bambini e degli adolescenti che siaffidano loro con sempre consapevole fiducia e ribadisceessere il Ssn, con i sempre validi principi sui quali sibasa, il naturale contenitore entro cui sviluppare la propriaprofessionalita”’. ”Gia’ allo scadere del termine richiamato dalla LeggeBalduzzi, nello scorso mese di maggio, avevamo sollecitatol’avvio delle procedure di rinnovo”, ricorda il segretarionazionale del sindacato dei pediatri, Rinaldo Missaglia. ”Oggi siamo a rimarcare questa richiesta, considerandoche sono numerose le criticita’ meritevoli di valutazione inambito normativo. Tra queste l’aspetto dellainformatizzazione della attivita’, le previste modificheriguardo le coperture assicurative rischio professionale, lalievitazione di costi di gestione degli studi e dei contrattiper il personale di studio, l’equiparazione dei medici alleimprese in tema di smaltimento rifiuti pericolosi”, concludeMissaglia.

com-stt/cam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su