Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: stress d’autunno si supera a tavola. Le regole degli esperti

colonna Sinistra
Giovedì 26 settembre 2013 - 11:26

Salute: stress d’autunno si supera a tavola. Le regole degli esperti

(ASCA) – Roma, 26 set – Nervosismo, ansia, stress, calodell’attenzione, stanchezza, problemi gastrointestinali,insonnia: l’autunno e’ la stagione piu’ difficile daaffrontare. ”Il rientro al lavoro, a scuola e alla routinequotidiana, sempre piu’ in un clima di incertezza economica elavorativa, sono causa di disturbi per un italiano su tre”,afferma Brigida Stagno, gastroenterologa e nutrizionista diWebmedicine.it, il primo portale italiano che offreconsulenze specialistiche on line. Ma cosa fare per evitare questi disturbi? E’ possibileadottare pochi e semplici accorgimenti, facendo attenzione acosa si mette in tavola. ”Sono da evitare i regimi squilibrati e tropporestrittivi, mentre e’ consigliabile seguire una dietacontrollata ed equilibrata”, premette la dottoressa. Alcune regole: ”Fare una buona prima colazione, aboliregli alimenti troppo calorici, i grassi animali, la carnerossa, gli alimenti raffinati e poveri di fibre, le bevandezuccherate e quelle superalcoliche, ridurre il sale, evitarealcuni metodi di cottura e di conservazione, comel’affumicatura, la salatura, la cottura ad alte temperature ea fuoco vivo (alla brace) che possono formare metaboliticancerogeni. L’ideale e’ bere almeno un litro e mezzo diacqua ogni giorno e puntare su alimenti semplici e freschi,come frutta e verdura, ricchi di antiossidanti, in grado dimigliorare le capacita’ cognitive, contrastare i radicaliliberi e proteggere dai tumori”. La sensazione di stanchezza e la difficolta’ diconcentrazione si superano con cereali, noci e legumi. E,soprattutto, con ”il pesce, che si consiglia di consumarealmeno due volte a settimana: sono alimenti ricchi di omega-3e acidi grassi essenziali in grado non solo di prevenire lemalattie cardiovascolari, ma anche di inibire la formazionedei radicali liberi e di svolgere un’azione trofica sulsistema nervoso centrale, migliorando la qualita’ del sonno edell’umore e favorendo concentrazione e memoria”, continuala specialista di Webmedicine. Del resto, ”il legame tra depressione e bassi livellicircolanti di omega-3 e’ confermato da molti studiscientifici e la supplementazione con i ”fish oil” sembramigliorare l’umore in alcune persone depresse. Magnesio eselenio, oligoelementi presenti nella frutta secca (noci) enelle verdure a foglia verde, possono favorire le funzionicerebrali e contrastare gli sbalzi di umore, cosi’ come lavitamina B12 e l’acido folico, contenuti soprattutto nelpollo, nel salmone, nei broccoli, nei fagioli e nel manzo”.

Carne e latte favoriscono il buonumore in quanto ”contengonoil triptofano, un precursore della serotonina che e’ utileper alzare il tono dell’umore”, dice la nutrizionista.

Ancora, ”per combattere la sindrome dell’intestinoirritabile, il meteorismo o la stitichezza e’ preferibilefare piccoli pasti durante la giornata, composti da piattisemplici, poco elaborati e ben cotti, introducendo moltaacqua naturale, frutta e verdura, carni magre e pesce. Sonoda limitare caffe’, fritti, insaccati, alcol, cibi moltopiccanti e latte, consumando la frutta lontano dai pasti”. Stagno aggiunge, infine, che ”e’ utile assumereprobiotici, dei quali e’ ricco lo yogurt, anche sotto formadi bustine o compresse, per limitare la produzione dei gasintestinali e ripristinare l’equilibrio della flora battericaintestinale”.

com-stt/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su