Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ue/Cultura: Bracco, dossier Perugia2019 fa ampliare visione territorio

colonna Sinistra
Sabato 21 settembre 2013 - 16:35

Ue/Cultura: Bracco, dossier Perugia2019 fa ampliare visione territorio

(ASCA) – Perugia, 21 set – ”Essere riusciti a comporre ildossier rappresenta non solo un atto formale nel percorsoverso il titolo, ma soprattutto la base su cui costruire unavisione del futuro per l’intera regione, al di la’ delrisultato di gara su cui, personalmente, sono fiducioso”.

Cosi’ l’assessore alla cultura delle regione Umbria FabrizioBracco ha commentato l’avvenuta consegna del dossier con cui”Perugia 2019 con i luoghi di Francesco d’Assisi edell’Umbria” si candida formalmente a Capitale Europea dellaCultura per il 2019. Il lavoro progettuale ha varcato leporte del Ministero per i beni e le attivita’ culturali ed e’in attesa di essere messo al vaglio dalla commissione europeainsieme alle altre aspiranti al titolo.

”La regione Umbria ha sostenuto con convinzionel’avventura con Perugia e Assisi, comuni promotoridell’iniziativa ai quali se ne sono aggiunti altri. Riteniamoche la candidatura sia una grande opportunita’ – ha aggiuntoBracco – perche’ obbliga tutti, amministratori, cittadini,tecnici della Fondazione Perugiassisi 2019, ad ampliare lavisione sul territorio, puntando sulla cultura, da vedere nonsolo come un programma di iniziative ma l’insieme diconoscenza, sviluppo sociale-economico e valorizzazione delpatrimonio”. Parlando di risultati l’Assessore ha aggiuntoche ”il primo a cui bisogna fare riferimento inquest’avventura e’ il metodo innovativo che guida larealizzazione del progetto e cioe’ lo sguardo futuro per losviluppo culturale, economico, sociale dell’Umbria”. Ad oggi sono almeno 14 le citta’ che come Perugia hannoufficializzato la loro candidatura depositando il progettonegli uffici del Mibac, quali Matera, Siena, Pisa, Aosta,Ravenna, Venezia, Lecce, L’Aquila, Palermo, Taranto, Urbino,Mantova, Bergamo, Cagliari. A designare la prescelta sara’una commissione di 13 membri, di cui sei designati dalministero dei Beni Culturali e sette dalla Com- missioneEuropea. La Commissione effettuera’ una valutazione deiprogetti, assistera’ alle loro presentazioni e selezionera’le citta’ finaliste. Il termine per la presentazione deidossier di candidatura e’ scaduto venerdi’ 20 settembre. Neiprossimi mesi la Commissione individuera’ una rosa ristrettadi citta’ finaliste. Tra di esse, nel giro di un altro annosara’ stabilita la vincitrice. Passeranno dunque circa dueanni da ora per la decisione finale. Le citta’ ammesse alla lista breve saranno invitate apresentare una domanda di candidatura piu’ elaborata per laprocedura di selezione vera e propria. Intanto il 27settembre, il dossier con il quale Perugia si candida adiventare Capitale Europea della cultura verra’ presentatoalla Sala dei Notari, ad aprire una tre giorni di iniziativeche prendono il nome di ”Siamo tutti Capitale”. pg/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su