Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Crisi: Coldiretti, 2,2 mln bambini in mensa a scuola. Allarme qualita’

colonna Sinistra
Sabato 21 settembre 2013 - 11:05

Crisi: Coldiretti, 2,2 mln bambini in mensa a scuola. Allarme qualita’

(ASCA) – Roma, 21 set – Salgono a circa 2,2 milioni i bambinie i ragazzi di eta’ compresa fra i 3 e i 14 anni che pranzanoa scuola divisi equamente tra quelli che vanno all’asilo(attorno al milione) e quelli delle elementari (attorno almilione) mentre alle medie sono solo duecentomila glistudenti che mangiano nelle mense, ma dovunque con la crisi ele esigenze di risparmio e’ allarme per la qualita’ a tavola.

E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dal sitowww.coldiretti.it sulle preoccupazioni delle famiglie per ilritorno tra i banchi. Se la maggioranza dei genitori (52 per cento) – sottolineala Coldiretti – ritiene che per risparmiare a scuola sidovrebbe tagliare il costo degli accessori scolastici(zainetti, astucci, diari, colori, quaderni), il 27 per centoil costo dei libri e il 12 per cento quello delle attivita’integrative (gite, sport, musica, teatro, ecc.), solo il 9per cento chiede di fare economia sulla qualita’ dei cibiofferti nelle mense scolastiche. Una preoccupazione che secondo la Coldiretti e’ aumentatadopo i casi accertati quest’anno dai carabinieri dei Nas diirregolarita’ e intossicazioni in alcune mense scolasticheche hanno anche fatto scattare ispezioni da parte delministero della Salute.

Secondo elaborazioni dell’associazione ugli ultimi datiIstat, l’abitudine di mangiare in mensa riguarda ben il 57per cento dei bambini che vanno all’asilo, il 35 per centodegli alunni delle elementari ed anche l’8 per cento deglistudenti che frequentano le medie.

Il rischio concreto – sostiene ancora la Coldiretti – e’che il necessario contenimento dei costi venga perseguito conil ricorso nei menu ai cibi low cost che sono gli unici a farregistrare un aumento delle vendite in Italia nel 2013. Glieffetti della crisi toccano anche l’ora di pranzo a scuola,incidendo sul contenuto dei piatti che i bambini consumano amensa. com-rba/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su