Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Anarchici: gen. Parente, arresti dopo due anni di indagini

colonna Sinistra
Giovedì 19 settembre 2013 - 13:24

Anarchici: gen. Parente, arresti dopo due anni di indagini

(ASCA) – Roma, 19 set – Gli arresti di oggi che hanno, difatto, disarticolato una cellula anarchica insurrezionalistanel Lazio sono stati il frutto di due anni di indagini daparte del Ros e del Comando Provinciale Carabinieri di Roma.

A sottolinearlo e’ stato il comandante del Ros, gen. MarioParente nel corso di una conferenza stampa a Roma.

Il gen. Parente ha, quindi, precisato che le complesseindagini sono servite a ”ricostruire movimenti e averificare le compatibilita’ delle prove acquisite”. I duearrestati, incensurati e sconosciuti agli inquirenti sonogiovani dei Castelli Romani e residenti in provincia di Roma,a Frascati ed Albano Laziale. Giovani occupati in modosaltuario e precario dell’eta’ di 26 e 29 anni. ”I due – hapoi aggiunto il comandante dei Ros – sono ritenutiresponsabili di ben 13 azioni contro istituti di credito ebanche, sedi periferiche di aziende quali Enel ed Eni”.

Indagini che si sono avvalse di intercettazioni telefonicheed anche dello studio del Dna di uno degli accusati.

Il primo degli attentati riconducibili ai due giovanianarchici arrestati risale al novembre 2010, contro unapellicceria di Albano Laziale con scritte e l’imbrattamentocon la vernice delle imposte dell’esercizio commerciale. Tragli episodi imputati ai giovani anche, nel dicembre 2012, lacollocazione contro la sede della Banca di CreditoCooperativo Giuseppe Toniolo di Genzano di Roma, di dueordigni incendiari. gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su