Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma/Rifiuti: Presidio No Discarica, Sottile e’ danno per l’ambiente

colonna Sinistra
Mercoledì 18 settembre 2013 - 16:29

Roma/Rifiuti: Presidio No Discarica, Sottile e’ danno per l’ambiente

(ASCA) – Roma, 18 set – ”La sola tragedia, nella vicendadella discarica di Falcognana, e’ la continuazionedell’incarico al prefetto in pensione Goffredo Sottile, ilquale parla di un tavolo tecnico fantasma dove i soggetticoinvolti Regione e Comune hanno messo in scena un giocodelle parti, peraltro non aperto a tutti gli interlocutoriinteressati”. E’ quanto dichiara il Presidio No discaricaDivino Amore. ”Sottile afferma l’inesistenza di caseggiatiquando nell’immediata vicinanza ci sono non meno di 20/25.000abitanti (Falcognana, Spregamore, Porta Medaglia, S. Mariadelle Mole, Frattocchie e Cava dei Selci)”. ”Nonsopportiamo piu’ – sottolinea il Presidio – il mantraossessivo per cui non esistono alternative. La soluzionec’e’. Intanto il licenziamento del commissario e l’immediatarestituzione dei denari pubblici con i quali sono pagati isuoi ‘profumatissimi’ – questi si’ – lauti stipendi permancato raggiungimento degli obiettivi assegnati.

Il Presidio chiede di metter fine all’emergenza, di portare irifiuti all’estero per il regime transitorio necessario, diadottare modelli cooperativi e attuare un sistema spinto diincentivi compatibili. Il Presidio ribadisce fermamente che idanni ambientali sono irrimediabili e chi prende certedecisioni diviene responsabile di queste devastazioniambientali. Il governo, il presidente della Regione Lazio eil sindaco di Roma la smettano di lavarsi le mani rispetto aduna vicenda che riguarda in prima persona ciascuno di questisoggetti e piuttosto che plaudire a Sottile gli revochino lafiducia.

Soprattutto il Governo, – conclude il Presidio – agiscaconformemente agli articoli 9 e 32 della Costituzione dellaRepubblica e stanzi le risorse necessarie per un pianostraordinario. Il Ministro Orlano infine, alla cuiresponsabilita’ politica va ricondotto l’incarico di Sottile,decida da che parte vuol stare perche’ i danni ambientaliirreparabili causati dall’azione del suo fiduciario Sottilelo pongono in un insanabile conflitto con ogni principio ditutela dell’ambiente, compito di cui il Ministrodell’ambiente e’ titolare e, di riflesso, con le vigentinormative europee e nazionali”. Bet/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su